Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 16 febbraio 2008

Piano di gestione Unesco: Per gli "insulti" agli eoliani il sindaco Bruno preannuncia querele

"Il professore Aurelio Angelini e l'equipe, che ha predisposto il piano di gestione del sito Unesco delle Eolie, facciano le loro scuse ufficiali agli eoliani per le frasi diffamatorie e lesive della dignità della nostra popolazione riportate nel piano stesso oppure la mia amministrazione darà mandato ai legali di presentare querela nei loro confronti".
Lo ha annunciato il sindaco di Lipari Mariano Bruno questa mattina nel momento in cui, dando il benvenuto all'assessore Formica, ha esposto alcune delle problematiche che affliggono il comune.
Il periodo a cui si riferisce Bruno è quello in cui il P.d.g. Unesco parla di “Un grumo inestricabile fatto di ignoranza, atavicità remissiva di fronte ai poteri forti, di pervicace tutela di interessi personali o di clan, di acquiescenza supina o complice condivisione di un'illegalità diffusa”.