Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 30 luglio 2008

La festa di S. Cristoforo e le bancarelle che non c'erano

Abbiamo ricevuto una mail avente per oggetto "Festa patronale di S.Cristoforo". La pubblichiamo integralmente, così come ci è pervenuta. Certi che l'assessore interessato e/o il funzionario preposto forniranno al più presto le delucidazioni e i chiarimenti richiesti.

"Sono un eoliano che da 21 anni risiede in provincia di Brescia, e da Cannetaro, come ancora mi reputo, sono profondamente deluso da quanto ho visto quest'anno alla festa di S.Cristoforo. Non so di chi sia la colpa, se dell'amministrazione comunale, di un assessore in particolare, delle autorità di pubblica sicurezza o di chi altri; fatto sta che, per la prima volta in tanti ann, i ho dovuto assistere ad una festa veramente sottotono. La mancanza del tradizionale mercatino con le bancarelle, collocate nella piazza di Canneto e sul lungomare, ha tolto ai festeggiamenti il fascino tipico delle feste tradizionali del Meridione: mancava lo stand con spiedo e porchetta e sembrava di essere al Nord, anzichè nella nostra splendida isola. Ovviamente l'assenza delle bancarelle ha causato una proporzionale diminuzione dei visitatori, causando danni economici anche alle attività ricettive della frazione, che forse sono proprio la causa della mancata autorizzazione al mercatino. D'altronde non ci si poteva aspettare nulla di meglio, visto che esponenti della pubblica amministrazione hanno avuto tutto l'interesse a che le bancarelle non occupassero l'area consueta. Comunque mi piacerebbe molto sapere chi è o chi sono i responsabili di questa infausta scelta, e credo che come me sarebbero interessati ad avere questa notizia quasi tutti i Cannetari, mettendo così chiarezza nella ridda di voci di popolo che stanno circolando in questi giorni.


Con l'occasione mi congratulo per il servizio reso con il vostro sito e porgo cordiali saluti.


Maurizio Zaja