Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 7 ottobre 2008

Niente attracco in sicurezza. La Siremar "taglia fuori" Ginostra

I trenta abitanti di Ginostra, il piccolo borgo di Stromboli, gia' isolati telefonicamente ora devono fare a meno anche del traghetto Siremar. Lo ha comunicato la societa' dopo i lavori eseguiti nella struttura portuale. La presenza di alcuni massi, secondo la società di Stato, non permettono l'attracco in sicurezza nello scalo di Pertuso. "Rischiamo di ritornare indietro di 30 anni - hanno denunciato gli abitanti - adesso per far giungere le derrate alimentari dovremo nuovamente utilizzare la barca. E' assurda questa situazione. Speriamo che i tenici comunali facciamno subito un sopralluogo per verificare qual'e' la situazione perche' non possiamo far a meno dell'attracco del mezzo". Nel piccolo porto di Pertuso si e' proceduto a collocare massi e tetrapodi per evitare, come accaduto lo scarso inverno, che le forti mareggiate invernali possano causare seri danni alla struttura.