Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 13 ottobre 2008

Ex lavoratori della pomice: Iniziativa della minoranza consiliare dopo l'impossibilità di discutere oggi in consiglio una mozione.

Questo il testo di una lettera, avente per oggetto "Problematiche lavoratori Pumex", inviata dai consiglieri comunali di minoranza, a firma dei capigruppo consiliari, al Presidente della Regione siciliana, all'assessore alla presidenza, all'assessore regionale ai beni culturali e pubblica istruzione, all'assessore regionale al bilancio e finanze, all'assessore regionale alla famiglia, politiche sociali ed autonome locali, all'assessore regionale al lavoro, previdenza sociale, formazione professionale, emigrazione ed immigrazione, al presidente dell'assemblea regionale siciliana, ai deputati regionali messinesi del P.D. e dell'U.D.C. e per conoscenza al Presidente della provincia regionale di Messina, al sindaco di Lipari, al presidente del consiglio comunale di Lipari.
IL TESTO:
Signori,
quali consiglieri di minoranza in seno al consiglio comunale di Lipari nella seduta del 13 ottobre .c.a, abbiamo formulato una mozione per inserire nei lavori del consiglio comunale, al 1 punto, la situazione degli ex lavoratori del settore pomicifero. Non è stato possibile discutere l'argomento in quanto molti consiglieri di maggioranza, inspiegabilmente, dopo aver preso la presenza, hanno immediatamente abbandonato l'aula facendo mancare il numero legale e non erano presenti né il sindaco né componenti dell'amministrazione..
Noi riteniamo che la problematica di cui all'oggetto non può essere assolutamente sottovalutata sia da parte dell'amministrazione comunale sia da parte della maggioranza consiliare. Non potendo esprimere il nostro pensiero nelle sedi istituzionali (la seduta del 13 era regolare vedendo la partecipazione di 11 consiglieri, ed il numero è caduto per l'abbandono dell'aula da parte di numerosi consiglieri di maggioranza ) siamo costretti ad assumere una iniziativa autonoma e diretta.
Negli ultimi giorni all'interno della Comunità eoliana e soprattutto fra gli ex operai del settore pomicifero si sono manifestate notizie preoccupanti ed allarmanti sui ritardi da parte della Regione Siciliana per il mancato rispetto degli impegni assunti per dare certezze e continuità lavorativa agli operai del settore pomicifero.
Nel corso del 2007, a seguito del mancato rinnovo delle concessioni di escavazione alle società che operavano nel territorio dell’isola di Lipari l’Assessore al Lavoro pro-tempore, On.le Santi Formica, aveva predisposto, unitamente all’Assessore ai Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione, On.le Lino Leanza, un progetto che prevedeva la richiesta da parte del Comune di Lipari di utilizzare i suddetti lavoratori in ASU attivando le procedure previste dall’art. 7, comma 2 del D: Leg.vo n. 468/97, il successivo utilizzo degli stessi presso il Museo di Lipari, delle sezioni staccate del Museo di Panarea e Filicudi e delle aree archeologiche di Lipari, Filicudi e Panarea per arrivare alla stabilizzazione mediante l’assunzione presso la Beni Culturali SpA. mentre l’Assessorato Regionale al Lavoro avrebbe erogato ai suddetti lavoratori, durante la loro utilizzazione diretta in attività socialmente utili, l’importo integrativo di cui all’art. 8, comma 2, del D: Leg.vo n. 468/97. Il suddetto percorso venne definito e sottoscritto in una conferenza di servizi tenutasi presso l’Assessorato al Lavoro il 24 gennaio 2008. A seguito di quanto stabilito nella suddetta riunione, l’Aministrazione Comunale di Lipari procedeva, con delibera di G.M. n. 7 del 5.2.2008 d attivare la procedura di utilizzo dei lavoratori ai sensi degli artt. 7 e 8 del D. Lgs n. 468/97.
In data 8 luglio 2008 l’Assessore ai Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione On.le Antinoro, in accordo con l’Assessore al Lavoro On.le Incardona, convocava una conferenza di servizi per definire l’iter da seguire per la definizione della problematica prevedendo l’utilizzo di tutti i lavoratori presso il proprio Assessorato garantendo la loro stabilizzazione attraverso un percorso che prevedeva l’approvazione di una delibera di giunta interassessoriale appositamente redatta dagli Assessori al Lavoro ed ai BB.CC.AA e Pubblica Istruzione;
Noi consiglieri comunali riteniamo che sia molto grave che il governo Regionale non mantenga gli impegni con i lavoratori ex-Pumex ed ex-Italpomice. Gli impegni assunti con i lavoratori pomiciferi e con la comunità di Lipari vanno mantenuti. È inaccettabile che il governo regionale, invece di assicurare una prospettiva di lavoro stabile, provochi la riduzione dell’orario di lavoro e della retribuzione.
Vogliamo, con la nostra nota, sollecitare una soluzione positiva del problema ed impedire una ingiustificata penalizzazione dei lavoratori protestando con forza al fine di porre rimedio alla inaccettabile situazione esistente.
Invitiamo, pertanto, il Governo Regionale e gli assessorati regionali preposti a mantenere fede agli impegni assunti sia dal precedente Governo sia dagli autorevoli esponenti dell’attuale Governo Regionale che, per conto dello stesso, hanno dato assicurazioni che in sede di Giunta sarebbe transitata una delibera che avrebbe consentito l’impiego degli ex lavoratori della pomice presso le strutture regionali dei Beni Culturali presenti nelle Isole.
A porre in essere immediatamente tutti gli strumenti atti a risolvere l’annoso ed insostenibile problema occupazionale degli operai del settore pomicifero che rischia di sfociare in una drammatica tensione sociale.
Invitiamo, i parlamentari regionali eletti nella provincia di Messina a sollecitare il Governo Regionale per il mantenimento degli impegni assunti con gli operai del settore pomicifero e con la comunità eoliana.
Invitiamo, infine, i consiglieri comunali di maggioranza a partecipare alla seduta del consiglio comunale del 14 ottobre 2008 per discutere e deliberare sulla delicata problematica.
Distinti Ossequi.
Lipari, 13 ottobre 2008
I capigruppo consiliari: Biviano Giacomo (Eolie nel Cuore), Paino Mario (U.D.C.) e Sabatini Adolfo (Nuovo Giorno)