Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 8 marzo 2011

Depuratore. Federalberghi per la concertazione

La tematica inerente la collocazione del depuratore di Lipari e delle relative vasche e pompe di sollevamento, così come proposte dal Commissario per l’Emergenza idrica Luigi Pelaggi, ha innescato un acceso dibattito che sta interessando non solo le parti politiche, l’Amministrazione e il Consiglio comunale dell’Isola di Lipari ma anche alcune associazioni di categoria (noi con nota del 9 febbraio 2011) oltre all’Associazione per Canneto e vari gruppi di cittadini che in più di un’occasione hanno avuto modo di far pervenire le proprie proteste e il proprio dissenso agli Enti preposti. Allo stesso tempo, l’attuale sistema di trattamento dei reflui è largamente incompleto e obbliga l’Amministrazione ad adeguarne gli impianti. Aldilà delle legittime preoccupazioni avanzate da chi possiede la propria abitazione o attività economica nelle immediate vicinanze delle aree oggetto d’intervento, ci troviamo sicuramente dinnanzi ad una questione è di ben più ampia portata.
È evidente, infatti, che il progetto per la realizzazione dell’impianto di depurazione debba far parte di un progetto complessivo che tratti il problema nella sua complessità con l’obiettivo, a medio-lungo termine, di rendere le Eolie autosufficienti per il rifornimento idrico, tramite dissalatori, attraverso un progetto moderno di smaltimento dei liquami con il riutilizzo delle acque reflue lontano dagli abitati, mediante l’impiego di fonti energetiche rinnovabili e sistemi a basso costo ambientale. Si propone, pertanto, l’attivazione di un processo di concertazione e la conseguente organizzazione di un convegno nell’ambito del quale presentare ed individuare le soluzioni tecniche più adeguate. Ciò, nell’ottica di lavorare per un ciclo delle acque che sia sostenibile sia a livello ambientale, sia a livello sociale (evitando i disagi e le spaccature alle quali stiamo assistendo) ed economico, garantendo quindi che il costo del servizio si mantenga sugli stessi valori di quelli pagati sulla terraferma.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.