Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 17 febbraio 2012

Trasporti. L'insopportabile silenzio delle Autorità preposte.

Caro Direttore,
Come al solito a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Questa è la storia, anzi l’anticipazione, della storia che già da adesso, cominceremo a raccontarci sui trasporti marittimi, da e verso le nostre Isole, per i prossimi 10 mesi.
Come ormai sanno tutti anche i bambini se vi è una bava di vento la Siremar non si schioda dai molo di attracco, ma l’autorità preposta può intervenire per verificare se vi sono reati di interruzione di pubblico servizio? Il secondo quesito che ci poniamo tutti noi è, ma se i mezzi navali  adibiti a servizio pubblico sono idonei e certificati per affrontare il mare formato, non effettuano il servizio, non  sarebbe il caso di intervenire e verificarne l’effettivo motivo, o i mezzi veramente non sono idonei come paventerebbe qualcuno? E poi nel caso di mancate corse quindi miglia non percorse, senza una motivazione che ne giustifichi la decisione o del Comandante o dell’Armatore, il contributo  viene erogato lo stesso per intero o ci sono motivi di rivalsa da parte dello Stato, dato che si parla di denaro dei contribuenti?
Be sicuramente, una spiegazione chi di dovere e di competenza, dovrà trovare il tempo e l’onestà di darla.
Angelo Ferlazzo

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.