Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 31 maggio 2015

"La storia delle Eolie" conosciamola attraverso lo storico Giuseppe La Greca. 1 Giugno 1961: CatheRINA PorTELLI


CatheRina PortTelli
1 giugno 1961
La cronaca della visita e dei concerti di Rina Telli a Lipari sono riportati da Melo Freni sulla “Gazzetta del sud” del 21 giugno 1961.
(…) Ogni tanto un emigrato torna alle isole natie e per ritornarvi deve già essere qualcuno. Recentemente è stata la vota di una cantante lirica che svolge la propria attività artistica a New York, la soprano Rina Telli, per la quale – espatriata da bambina insieme con  la famiglia da Canneto – il patrio lido ha riservato grandi cose: applausi, fiori, visite ufficiali, autografi e poi non c’era nessuno che, parlando di lei con un forestiero, non tenesse a mettere in risalto anche una lontana ma sicura parentela con lei:
“Ha sentito cantare mia cugina?”
“Perché non intervistano mia cugina?”
“Le soprano come nostra cugina sono poche”.
La “cugina” di tutta Canneto e di gran parte dei liparesi ha ringraziato con tre affollatissimi concerti in teatro, dove in prima fila spiccavano gli abiti talari dei parroci isolani, diretti interpreti della gratitudine dei poveri beneficiari degli incassi raccolti. A vederli, quei puliti e ben messi locali, così pieni di folla, soprattutto di vecchi, che portavano evidenti i segni di una vita trascorsa in America, era come godersi la festa di una grande famiglia.
Sul molo di Vulcano, un barcaiolo narrava a turisti venuti dal “continente” l’avvenimento come uno dei più importanti: “Prima cantò un pezzo della Tosca, poi delle romanze e poi Terra Straniera. Ci ha fatto piangere con quella canzone, mi credano; mi sentivo come se fossi anch’io ancora laggiù, oltre l’Oceano … quando tempo è passato!”.

La soprano Rina Telli, pseudonimo di Catherina Portelli, era nata a Brooklyn New York il 6 agosto 1921, da genitori provenienti da Canneto.
Dotata di una voce notevole, era naturalmente indirizzata verso il canto e l’opera. (La sua voce era una gamma di quattro ottave da un basso A ad alto C o C sharp). Studiò dattilografia e stenografia e frequentò una scuola di Design di Moda (amava realizzare i propri abiti), ma il suo obiettivo era una carriera da cantante.
Inizio gli studi con il violinista, Vincent Sorey per proseguirli con Cesar Sordano, direttore Metropolitan Opera Company e con Pasquale DeAngelis, conductor of the San Carlo Opera Company con il quale debutta.
All’età di 22 anni si sposa con Gaspare Caleca. Due anni dopo dà alla luce la figlia, Norma. In uno dei suoi primi lavori, nel 1941 Rina interpretò il ruolo di una suora in una produzione musicale nella quale cantava inni (La devozione per la suora Madre Cabrini, soprattutto a New York, ispirò programmi radiofonici e spettacoli riguardanti le suore, all’epoca molto popolari). In genere le opere venivano date per radio e nelle sale delle chiese. Nella prima fase della sua carriera Rina raggiunto una discreta fama internazionale come Soprano drammatico.
Divorzierà dal marito nel 1952 per risposarsi due anni dopo con l'attore e presentatore di programma TV, Pasquale Caiano.
Nel 1952 Recita nel film della Twenty Century Fox, in Technicolor, Cavalleria Rusticana con il celebre tenore Mario Del Monaco, nel ruolo di Santuzza. Il film venne accolto negli Stati Uniti e in Europa con un discreto successo.
Nel 1955 viene convocata, con un brevissimo preavviso, a Hartford nel Connecticut, dove sostituisce Renata Tebaldi, nell’Aida presso il Metropolitan Opera Company, dove viene acclamata da pubblico e critica.
Nel corso degli anni cinquanta e sessanta appare il numerosi talk show televisivi e radiofonici. La notorietà acquisita nella TV le procura numerosi contratti pubblicitari sia sui giornali sia in televisione.
Nel giugno del 1961 raggiunge l’Italia, insieme al marito, per definire alcuni contratti con i Teatri italiani, i direttori l’avevano invitata per interpretare alcuni ruolo da primadonna.
L’occasione del viaggio nel nostro paese la conduce a visitare l’isola di Lipari e Canneto, città di nascita dei genitori. Coinvolta dalla cittadinanza e dai parenti decide di dare alcuni concerti, due a Canneto ed uno a Lipari devolvendo interamente gl’incassi in beneficienza alla Chiesa di San Cristoforo ed alla Curia.
Le cronache riportate dal Notiziario delle Isole Eolie affermano che: “la Portelli è stata vivamente applaudita dal numeroso pubblico intervenuto alle tre serate, che ha mostrato di apprezzare al massimo le doti della cantante .”
Fonda e presiede la ”Cultural Society for the Performing Arts, un’organizzazione senza scopo di lucro che assegna borse di studio per i giovani in campo musicale.
Rina Telli è stata il primo soprano ad aiutare le scuole e ad educare i bambini ad apprezzare e capire l’Opera. Il suo sogno era quello di aiutarli a sviluppare l’interesse e l'amore per le arti dello spettacolo.
Nel 1981 partecipa ai festeggiamenti in onore di Giuseppe Garibaldi che si svolgono nel 174° anniversario della nascita presso il Monumento di Garibaldi a Washington Square Park, cantando gli inni nazionali italiano e americano.
La sua voce si è spenta prematuramente al San Francesco Hospital, di Nassau County, a seguito di una insufficienza cardiaca, il 22 gennaio 1984.
Al momento della sua morte era assistita dal marito, dalla figlia Norma (Norma Oliva) e dai nipoti. Sua figlia, Norma Oliva, residente in Charlotte County organizza annualmente una “Festa Italiana” per celebrare la vita di sua madre nel centro di Punta Gorda in Florida.
Un video "memorial" di Rina Telli:

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.