Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 4 giugno 2015

UE: 60 ANNI FA CONFERENZA MESSINA, ARDIZZONE INCONTRA JUNCKER

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha incontrato stamattina a Bruxelles il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. L’incontro è avvenuto nella sede del Parlamento europeo, a margine dell’Assemblea plenaria del Comitato delle Regioni, della quale Ardizzone è componente del bureau. Nell’occasione, il presidente dell’Ars ha consegnato a Juncker una targa-ricordo per il 60° anniversario della Conferenza di Messina, tenutasi nella città dello Stretto dal primo al 3 giugno del 1955, su iniziativa dell’allora ministro degli Esteri, Gaetano Martino. Alla riunione interministeriale dei sei stati membri della Ceca parteciparono i ministri degli esteri dei sei Paesi: oltre all’Italia, Jan Willem Beyen per i Paesi Bassi, Antoine Pinay per la Francia, Joseph Bech per il Lussemburgo, Walter Hallstein per la Repubblica federale Tedesca e Paul-Henri Spaak per il Belgio.
In quella riunione, che si tenne proprio a casa di Martino, furono gettate le basi per la creazione dell’Euratom, la Comunità europea dell'energia atomica e di quella che diverrà, nel giro di due anni con la firma dei Trattati di Roma del 1957, il Mercato europeo comune (Mec, poi Cee e oggi Ue).
“Era giusto ricordare la Conferenza di Messina - afferma Ardizzone - perché se oggi abbiamo un’Unione europea con 28 stati membri, e altri candidati a entrarvi, lo si deve certamente a quell’incontro e alla lungimiranza del ministro Martino, che, con grande sagacia e pazienza, riuscì a ricompattare i 6 Paesi dopo la bocciatura, l’anno precedente, da parte del Parlamento francese, dell'accordo per la costruzione di un esercito europeo".
Alla cerimonia di consegna della targa ha partecipato anche la delegazione italiana del Comitato delle Regioni, guidata dal sindaco di Catania e presidente nazionale dell’Anci, Enzo Bianco.
"Insieme al sindaco Bianco - conclude Ardizzone - abbiamo proposto al presidente della Commissione europea Juncker di organizzare per la prossima primavera una conferenza euro-mediterranea a Taormina".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.