Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 30 gennaio 2015

FP CGIL. Partecipazione comuni eoliani ad EXPO, con fregio "Patrimonio dell'Umanità", grazie a sacrificio famiglie ex Pumex.E per il mancato pagamento degli stipendi "messa in mora" l'amministrazione Giorgianni

Al Sig. Sindaco, al Responsabile Unico Progetto "Lavoratori ex Pumex", ai Dirigenti 1°, 2°, 3° e 4° Settore Comune di Lipari e p.c. al Prefetto di Messina, al Direttore Generale Assessorato Regionale al Lavoro.
A seguito dell'Assemblea degli ex lavoratori della pomice, svoltasi il 27/01/2015, si è evidenziato, tra l'altro, la mancata corresponsione dello stipendio sin dal mese di Luglio u.s. fino ad oggi, se non per un irrisorio acconto avuto nel mese di Novembre.
Malgrado le molteplici rassicurazioni, i lavoratori sono arrivati allo stremo delle forze fisiche, economiche e mentali. La situazione è ancora più paradossale, se si pensa che il trasferimento dei fondi da parte della Regione Siciliana è avvenuto lo scorso mese di Ottobre e che, nonostante ciò ancora oggi il Comune di Lipari non è in condizione di liquidare le spettanze dei lavoratori ex pomice, a causa della mancata approvazione del Bilancio Provvisorio 2014.
Va comunque sottolineato come l'Amministrazione sin dall'Agosto del 2014, aveva garantito ai lavoratori l'imminente approvazione del Bilancio, siamo a Gennaio 2015 ed ancora deve essere approvato!!!!
Urge, evidenziare che il progetto di stabilizzazione sembra che si sia arenato o perlomeno fermato nei meandri della politica e della burocrazia Comunale, Provinciale e Regionale.
Ricordiamo a tutti che se oggi, a pochi gg. dall'apertura dell'Expo di Milano, le Amministrazioni tutte si stiano preparando con grossi sforzi economici ed amministrativi a partecipare, vantando il fregio "Eolie Patrimonio dell'Umanità", questo lo si deve solo al sacrificio di 36 famiglie alle quali è stato scippato il diritto al lavoro, licenziandoli nel lontano 2007 con la certezza di una immediata ricollocazione negli organici Regionali e/o Comunali. Nell'attesa i lavoratori ex pomice, sono stati usati, sfruttati e calpestati per 7 lunghissimi anni, senza nessun diritto e sottraendo loro la dignità lavorativa e quelle somme (mobilità) che garantivano al minimo i loro contributi.
Per tutto quanto sopra detto la FP CGIL mette in mora l'Amministrazione Comunale e la diffida a dare risposte certe, pagamento della retribuzione, entro lunedì 02.02.2015. La FP CGIL si riserva di adire le vie legali per il riconoscimento del diritto dei predetti lavoratori alla retribuzione.
Il Segretario Generale FP CGIL (Clara Crocè)
Il Segretario provinciale AA.LL. FP CGIL (Francesco Fucile)
NDD - Per una replica a questa nota abbiamo cercato di contattare il sindaco Giorgianni sino ad ora senza fortuna. Pubblicheremo, a seguire, se riusciremo a stabilire un contatto una sua eventuale replica

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.