Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 30 maggio 2016

La deputata regionale Concetta Raia: Non ridurre gli orari delle Guardie mediche

«Ritengo illegittimo e rischioso il tentativo di ridurre l’attività delle guardie mediche da 24 a 16 ore, (dalle 8 del mattino alla mezzanotte), così come indica l'atto di indirizzo per il rinnovo dell'Accordo Collettivo Nazionale dei medici convenzionati in merito alla diversa articolazione della continuità dell'assistenza medica territoriale».
A denunciarlo la parlamentare regionale del Pd, Concetta Raia, presidente della Commissione Ue all’Ars, che ha presentato un’interrogazione all’ assessorato alla Sanità per chiedere se la Regione Sicilia sia stata sentita per un parere di merito sulla riforma nazionale, che, espropriando il parlamento nazionale e regionale della rispettive funzioni e prerogative, potrebbe passare attraverso un semplice accordo contrattuale: «In una città come Catania questa decisione genererebbe il caos – ha spiegato la deputata regionale – i medici del 118, per tutta la notte, si troverebbero a svolgere, contemporaneamente sia interventi urgenti, i cosiddetti “codici rossi” di emergenza, sia le visite e prescrizioni per patologie minori, correndo da una parte all’altra della città, con il rischio che centinaia di visite potrebbero non essere effettuate in tempo. Per non parlare del prevedibile collasso cui andrebbero incontro i tre pronto soccorso etnei, già presi d'assalto dai pazienti».
Per Concetta Raia l’atto di indirizzo deve prevedere indicazioni per il rinnovo degli Accordi Collettivi Nazionali di medicina generale e di pediatria di libera scelta: «Accordi che non possono intervenire nell’assetto organizzativo dell’assistenza territoriale con specifico riferimento all’emergenza territoriale, disciplinata da altre norme e assicurata con personale che risponde in larga misura ad altro contratto, quello della dirigenza medica

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.