Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 21 aprile 2018

Confermata in appello la condanna ai due corrieri calabresi arrestati a Lipari con 12 chili di droga

(Alessandra Serio) Due anni e 4 mesi di reclusione e 6 mila euro di multa. E' questa la condanna decisa per Giannunzio Morabito, 25 anni, e Giuseppe Nobile (34), entrambi pluripregiudicati originari di Locri.
La Corte d'Appello di Messina ha confermato ieri il verdetto emesso in primo grado dal giudice di Barcellona, nel luglio scorso, qualche giorno dopo l'arresto dei due corrieri calabresi, bloccati appena sbarcati a Lipari con quasi 12 chili di marijuana, suddivisi in 25 involucri di circa 4 etti ciascuno.
La droga era nascosta in un trolley nero,unico bagaglio dei due giovani, bloccati dai Carabinieri non appena sbarcati nell'isola delle Eolie da un aliscafo, a metà luglio dello scorso anno.
L'ipotesi degli investigatori, visti i numerosi precedenti dei ragazzi e il grosso quantitativo di stupefacente, è che la droga era controllata dalla 'ndrangheta. Ma non vi sono elementi per sostenere che i due corrieri siano legati alla criminalità organizzata calabrese.
Quel che è certo è che il prezioso bagaglio avrebbe fruttato parecchio, ed era destinato alla piazza eoliana in piena estate, quando le isole sono affollate di turisti.
I due sono stati difesi dagli avvocati Nino Cacia e Gabriele Lombardo.(tempostretto.it)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.