Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 25 aprile 2019

REGIONE: INCHIESTA RINNOVABILI, SOSPESE CONCESSIONI

La Regione Siciliana cala la scure sui progetti coinvolti nell’inchiesta sulle energie rinnovabili. Il dirigente generale del dipartimento dell’Energia Salvatore D'Urso, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha disposto la sospensione immediata e l’avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni ad alcune delle società finite al centro dell’indagine emersa nei giorni scorsi. I provvedimenti prendono spunto dall'articolo 3 del Patto di integrità (il cosiddetto Codice Vigna), sottoscritto tra le società interessate e la Regione e “congelano” le autorizzazioni a suo tempo rilasciate per la produzione e il trasferimento di energia elettrica prodotta da fotovoltaico o eolico.
In particolare, si tratta delle società: "Sunpower", per un impianto (in realtà non ancora realizzato) da 55 megawatt nel territorio di Carlentini e Melilli, in provincia di Siracusa; Etnea per dieci collegamenti alla Rete elettrica nazionale per altrettanti impianti di mini-eolico a Calatafimi-Segesta nel Trapanese.
Sono stati inoltre sospesi i procedimenti in corso per autorizzare due impianti per la produzione di biometano richiesti dalla società "Solgesta". In quest'ultimo caso, è stata rilevata anche l'enorme sproporzione fra l'investimento previsto (oltre 80 milioni di euro) e il capitale sociale versato (2.500 euro), nonché il mancato nulla-osta da parte della Società d’ambito dei rifiuti.
Sempre d’intesa con il presidente della Regione, il dirigente generale del Dipartimento tecnico regionale Salvatore Lizzio ha assunto le funzioni di capo del Genio civile di Palermo, a seguito dell’autosospensione dell’ingegnere Alberto Tinnirello, chiamato in causa nell’inchiesta sulle energie rinnovabili.
Intanto a partire dal 23 aprile, il dipartimento regionale dell'Energia ha vietato l'accesso fisico dell'utenza al Servizio 3 "Autorizzazioni e Concessioni". L'utenza, per informazioni, dovrà inoltrare le richieste ai seguenti indirizzi di posta elettronica: servizio3.energia@regione.sicilia.it; n.frisina@regione.sicilia.it.
«Le barriere contro il rischio di infiltrazioni di affaristi e speculatori hanno funzionato - dice l’assessore Alberto Pierobon - le misure inserite nel Piano rifiuti, che danno priorità agli impianti pubblici e contrastano ogni forma di speculazione, innalzeranno ulteriormente il livello di sicurezza».

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.