Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 19 settembre 2012

AFFINCHE’ LE COSE CAMBINO IN MEGLIO (di Felice Lopes)

Riceviamo dall'ing. Felice Lopes e pubblichiamo:
Seguendo  il principio di collaborazione , indicazione e suggerimento all’Amministrazione Comunale espresso nella mia nota del 15/09/2012 , oggi desidero esprimere un pubblico ringraziamento al Sindaco ,alla Giunta ed a quei Consiglieri che  si sono prodigati senza sosta nel coordinamento delle forze dispiegate a far fronte al disastro causato dall’alluvione  che ha colpito l’isola nella giornata del 15 c.m. .
            Un ringraziamento particolare desidero esprimerlo al tutto il corpo del Distaccamento Forestale di Lipari .
            Questi uomini ,con spirito indomito, instancabili, fino a sera tarda , si sono prodigati con grande professionalità e impeccabile coordinamento sia nella rimozione del fango dalla scuola media e dalle strade , che nella pulizia dei luoghi con impiego di autocisterne del corpo .
            Identico ringraziamento va tributato a tutti i soccorritori ,dalla protezione civile alla croce rossa ,ai Vigili del Fuoco, alle  imprese cittadine che, prontamente ,hanno messo a disposizione della collettività uomini e mezzi ed a quanti hanno spalato la terra, il fango ed i detriti con grande senso del dovere ed abnegazione contribuendo , instancabilmente,  a risollevare il paese dalla montagna di fango e detriti che l’avevano  sommerso .
            Come ebbi già a scrivere , da oggi decorre il buon senso e la buona amministrazione che sollevi il Comune dallo sciacallaggio , dai quei scansa fatica e nulla facenti in attesa spasmodica del 27 certo , e da quanti non ottemperano all’impegno contrattuale assunto .
            Una peculiare attenzione dovrebbe essere riservata, al momento del conferimento di incarichi di progettazione , a certi professionisti pasticcioni che, per carenza professionale o per lontananza dai cantieri, non sono in grado di  controllare e seguire i lavori. I danni arrecati da questi signori prima o poi ricadono copiosi sulla collettività .
            Oggi è il momento di iniziare sistematicamente a monitorare non solo le caditoie ,le bocche di lupo  ed i tombini in genere , ma particolarmente le vasche di decantazione .
            Le vasche di decantazione, da cui il nome, servono a far depositare quanto c’è in sospensione nell’acqua approfittando del rallentamento ( stop and go ) della velocità del corso d’acqua . Ma la sedimentazione riempie le vasche e , dopo poco tempo, si rendono perfettamente inutili .
            Ciò succedeva a calandra quando c’erano le briglie a forma trapezoidale rovesciata , e succede adesso con la nuova vasca di decantazione costata, se ben ricordo, 700.000,00 euro ed oggi completamente inutile perché piena .
            Senza questi interventi programmati e controllati , quanto è accaduto il 15 Settembre non sarà solo un ricordo , ma un elemento di paragone.
            Ma si dice che non tutti i mali vengono per nuocere . Parlo della sabbia trasportata dal torrente calandra. Comprendo che è meno costoso spingerla a mare a Canneto in prossimità dell’accumulo o riversarla ad Unci per il ripascimento della spiaggia in quanto nella stessa zona , ma faccio notare che mentre la spiaggia di Canneto si sta estendendo fino a coprire i tetrapodi e, quindi, a renderli del tutto inutili a meno che non si spostino più al largo , a Lipari ci sono spiagge che sono scomparse ,vedi la spiaggia di Portinente ,con tutta l’importanza turistica che riveste per via dei grossi insediamenti turistici presenti , e Marina Lunga di Lipari , dove la spiaggia sta per scomparire e la barriera di protezione al marciapiedi  diverrà del tutto inutile nella salvaguardia delle abitazioni prospicienti.
Ing. Felice Lopes

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.