Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 3 agosto 2013

D’UVA (M5S): “IL MINISTRO CARROZZA ELIMINI IL BONUS MATURITA’ DAL SISTEMA DI VALUTAZIONE PER L’AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE”

Il Deputato messinese del MoVimento 5 Stelle Francesco D’Uva, in data 1°agosto 2013, ha presentato al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca un’interpellanza riguardante la prova di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato, dal momento che per questi viene prevista, a differenza di quanto stabilito dai precedenti decreti ministeriali emanati nel corso degli ultimi anni, l’introduzione del cosiddetto “bonus maturità”.
Il nuovo decreto ministeriale prevede, in particolare, che nel sistema di valutazione delle prove venga disposta l’assegnazione di un punteggio ex ante, da calcolarsi sulla base del percorso scolastico dei candidati. All’articolo 10 del suddetto decreto si dispone infatti che <<per la valutazione delle prove di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato a livello nazionale anni 2013 - 2014, si terrà conto della valutazione ottenuta dall’elaborazione del test, con punteggio massimo conseguibile di 90 punti e la valutazione del percorso scolastico fino ad un punteggio massimo conseguibile di 10 punti per ogni candiato che abbia ottenuto un voto alla prova di maturità di almeno 80 punti su 100, e il cui voto sia non inferiore all’ottantesimo percentile della distribuzione dei voti della propria commissione d’esame nell’anno scolastico 2012 - 2013>>.
<<Ci rendiamo conto - afferma D’Uva -  che le modalità di accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie andrebbero riviste radicalmente; nel frattempo però  ci preme ripristinare le modalità di valutazione delle prove così come disciplinate dal decreto precedente a quello emanato dall’ex ministro Profumo e sostanzialmente confermato dal nuovo decreto dell’attuale ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Carrozza, poiché garantivano una maggiore equità e una valutazione più precisa delle effettive attitudini dei candidati a intraprendere i vari corsi ad accesso programmato, a differenza dell’attuale valutazione che, così come prevista dai nuovi decreti, sarà da effettuarsi, anche se solo parzialmente, ex ante, mettendo così su piani diversi i candidati, e non terrebbe invece conto dei diversi percorsi di studio da questi affrontati, delle diversità ambientali e sociali, limitandosi a valutare non quello che è in realtà il reale percorso scolastico di ogni studente, quanto il mero risultato finale ottenuto a seguito della prova di maturità.>>
Il MoVimento 5 Stelle, attraverso quest’interpellanza, chiede al Ministro Carrozza che l'effettivo merito dello studente venga dimostrato in sede di prova di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato, dove potrà dimostrare, senza la presenza di alcun bonus di maturità, quale sia l'effettivo valore del titolo di studio conseguito e le relative capacità acquisite nel proprio percorso dì studi. Si auspica inoltre che il Ministro si adoperi per ripristinare, anche per l'anno in corso, il sistema di valutazione così come disciplinato dal decreto precedente a quelli emanati sia dall’ex Ministro Profumo che dall’attuale. Il precedente decreto ministeriale prevedeva che venisse considerata, ai fini della graduatoria, la sola valutazione ottenuta dall’elaborazione del test in sede di esame e solo in caso di parità di punteggio veniva premiato il candidato con la votazione migliore conseguita in sede di esami di stato.
L’interpellanza parlamentare è disponibile al seguente link:
Giovanni Bausani
Collaboratore del Dep. Francesco D'Uva - M5S

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.