Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 17 novembre 2013

ALFANO, SCHIFANI E CASTIGLIONE FANNO IL “NUOVO CENTRODESTRA”. PRESTIGIACOMO, MICCICHÈ E ROMANO IN FORZA ITALIA

La Sicilia era attrezzata da tempo immemorabile: la scissione del Pdl si consuma nell’Isola con una presa d’atto di un vecchio conflitto. Angelino Alfano e Gianfranco Miccichè non si guardavano in faccia. Ora accadrà ciò che è accaduto, gli uni contro gli altri armati. Ma non è così semplice. Ci sono i quadri intermedi, le truppe cammellate, gli amici. Cui spetta nelle prossime ore di scegliere il campo.
E poi c’è la schizofrenica condizione degli scissionisti:non rimangono nel partito del Cavaliere, ma sono solidali con lui e lo affiancheranno nelle battaglie politiche che intraprenderà. Quale sia la red line lo sapremo solo in corso d’opera. Per ora prendiamo atto che c’è un nuovo soggetto politico in campo, il “Nuovo centrodestra”, battezzato a tamburo battente venerdì nel tardo pomeriggio, dopo una serie di incontri, intendimenti e fraintendimenti. Silvio Berlusconi sarebbe stato tirato per la giacca, forse strattonato, dai lealisti di Raffaele Fitto, Daniela Santanché e Denis Verdini. È Roberto Formigoni che racconta questa versione. Ma c’è chi ritiene, invece, che il Cavaliere abbia lucidamente perseguito il suo obiettivo, ottenere il ritorno del figliol prodigo senza condizione, con l’opzione della crisi dopo il voto sulla decadenza.
Solo una parte dei 56 componenti siciliani del Consiglio nazionale Pdl hanno partecipato all’atto di nascita di Forza Italia. Non c'è, fra gli altri, Renato Schifani, che si è dimesso da capogruppo al Senato, avendo deciso di seguire Angelino Alfano. E con lui Simona Vicari, sottosegretario e coordinatore del Pdl palermitano. Ci sono, invece, Stefania Prestigiacomo e Saverio Romano, che con Miccichè formano la prima linea di Forza Italia. Assente, infine, Gianfranco Miccichè, ma solo perché non è membro del Consiglio nazionale.
Saverio Romano dentro e Gianfranco Miccichè fuori. Una curiosità. Romano ha chiuso i battenti del Pid, il partito nato dalla scissione dell’Udc, mentre Miccichè avrebbe lasciato la porta socchiusa di Grande Sud. Ha annunciato che avrebbe ammainato bandiera, non si capisce se l’abbia già fatto.
Comunque sia, è lui, Miccichè, l’uomo di punta di Forza Italia in Sicilia. Anche se non ha formalmente aderito ed è il leader di un altro schieramento. Stranezze della politica. Alfano scissionista e Miccichè berlusconiano, ispiratore dei falchi isolani, a cominciare da Stefania Prestigiacomo. La quale, per temperamento e frequentazione, appare l’unica fuori posto. La sua conversione, ispirata da Miccichè, ha ricevuto il battesimo da Daniela Santanchè, la madrina.
L’area di centrodestra, in Sicilia, è affollata: Forza Italia, affidata a Miccichè, Prestigiacomo e Romano; Nuovo centrodestra, appannaggio di Alfano, Schifani e Castiglione; Alleanza Nazionale (La Destra di Storace ed altri), guidata da Nello Musumeci. E Fratelli d’Italia, nata secondo le intenzioni di Ignazio La Russa, Giorgia Meloni e Guido Crosetto.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.