Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 15 aprile 2015

Il giuramento d'Ippocrate e l'otorino che all'ospedale di Lipari...si ferma a nove visite

Riceviamo da Adolfo Sabatini e pubblichiamo:
Nello sport il rimpianto è del 4° classificato e, finita la gara, si aspetta la prossima competizione. Sono convinto però che se ci fosse una gara a seguire, una dietro l’altra, il 4° classificato parteciperebbe per ottenere l’agognata medaglia.-

All’ospedale di Lipari, la posizione che attribuisce la così detta “medaglia di legno” è il 10° posto, solo che ti lascia amarezza e rimpianto, rabbia e sconforto.-
Mi spiego meglio.
Il lunedi ed il venerdi viene l’otorino, che non essendo un ospedaliero ma un libero professionista, visita come da contratto solo 6 pazienti prenotati con il numero verde, e 3 tra interni ed esterni compreso eventuali codici bianche o verdi.-
Cosa voglio dire?

Nel caso specifico, il dottor Sandro Gazia si è rifiutato di visitare mio suocero, che se pur passato del pronto soccorso era “arrivato 10°” e quindi il dott. Gazia ci comunicava che se pur in servizio fino alle ore 14, aveva già visitato 9 persone e quindi essendo pagato solo per quel numero si rifiutava di visitarlo, per altro avendo subito il giorno prima un intervento urgente a Milazzo per una emorragia ed il conseguente rischio di distacco della retina.-
Sono pagato per 9 persone e quindi non ho nessun obbligo, questa la sua risposta.-
Di conseguenza è rimasto inattivo dalle ore 12 fino alle ore 14.- Braccia conserte a fissare il vuoto.-
A nulla è valso l’intervento molto incisivo del sig. Marcello Tedros nella sua qualità di rappresentante di Cittadinanza Attiva, per difendere un cittadino e soprattutto in quel momento di un malato.-
Una cosa però ho ottenuto, ricordando al dott. Gazia il giuramento di Ippocrate che lui stesso ha prestato, ed è questa: se vuole lo visito solo per cortesia.-
Per cortesia a chi? Per cortesia perche? Io non voglio la cortesia del dott. Sandro Gazia e non voglio la cortesia di nessuno.-
Poveri noi che professionisti ci ha dato…..Ippocrate.-
Saluti (non per il dott. Gazia)
Adolfo Sabatini

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.