Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 16 maggio 2015

Malfa (Salina) Anomalie nei lavori di un parcheggio pubblico. Blitz dei carabinieri. Cantiere sequestrato

I carabinieri di Santa Marina Salina, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Milazzo, hanno posto sotto sequestro a Malfa (uno dei tre comuni dell’isola di Salina) l’area dove la ditta “Loveral” di Patti, che si è aggiudicata i lavori, sta procedendo alla realizzazione di un parcheggio pubblico finanziato con 500 mila euro provenienti dal Fondo per lo sviluppo delle isole minori (Fsim), della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per gli Affari regionali. L’area è ubicata nella centralissima via Roma. 
I carabinieri hanno apposto i sigilli dopo un controllo effettuato nel cantiere. Durante il sopralluogo avrebbero accertato che il materiale utilizzato per colmare l'area dove deve sorgere la struttura non sarebbe quello previsto nel capitolato d'appalto. L’Arma ha inviato il fascicolo con la relativa documentazione, per i provvedimenti del caso, alla Procura della Repubblica di Barcellona.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.