Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 25 febbraio 2010

Marco Giorgianni: "Chi sta amministrando il comune di Lipari ? "

Riceviamo da Marco Giorgianni e pubblichiamo:
Dalle ultime elezioni amministrative, nelle quali sono stato il candidato alternativo al Sindaco in carica, ad oggi, ho continuato il mio impegno politico condividendo con le forze politiche di opposizione numerose iniziative e battaglie politiche, sia come ex candidato a Sindaco che nella qualità di rappresentante del partito politico nel quale milito da sempre, l’UDC. Da cittadino di questo comune condivido con questi Consiglieri, eletti nelle liste di opposizione, un progetto politico ed una aspettativa di amministrazione della cosa pubblica radicalmente opposta a quanto espresso dalla Giunta in carica.
Ho avuto, ed ho, il massimo rispetto per il risultato elettorale che ha visto prevalere, seppur di misura, la maggioranza oggi in carica e nelle pochissime occasioni in cui ho avuto modo di esprimere il mio parere ho sempre sostenuto che noi siamo stati scelti dall’elettorato per svolgere il serio ruolo di opposizione, senza ambiguità o inciuci che non verrebbero compresi e perdonati da chi ci ha votato.
Lo stesso riguardo, per qualcuno esasperato, mi ha portato in questi anni ad interessarmi della vita amministrativa del nostro paese, rispettando i ruoli che gli elettori hanno attribuito ad ognuno di noi. Per questo motivo spesso ho evitato di esternare pubblicamente pareri e posizioni politiche, che a mio avviso competono a chi è stato eletto. Ho però contribuito alla redazione di documenti politici e proposte sottoscrivendoli con la sigla del partito che rappresento, sentendomi adeguatamente ed egregiamente rappresentato nelle istituzioni e nel dibattito pubblico dai consiglieri di minoranza che hanno ricevuto il mandato per essere “la voce” di una comunità, o di numerosa parte di essa, scandalizzata da un modo inadeguato di amministrare la cosa pubblica perpetrato dalla maggioranza e dal Sindaco.
Dopo questa premessa, rischiando di contraddirmi, credo che anche nel mantenere il ruolo di partecipe spettatore, assegnatomi dai miei concittadini, vi sia un limite oltre il quale tacere può trasformare il rispetto dei ruoli in colpa, in ingiustificata assenza.
A tutto c’è un limite.
Mi riferisco in particolare ai sempre più frequenti documenti e dichiarazioni che appaiono sulla stampa locale e che testimoniano le prese di distanza dalla conduzione della amministrazione e dai mancati risultati della Giunta e da questo Sindaco.
Tra gli altri, mi ha colpito un documento di un partito di maggioranza, l’MPA, apparso di recente sui siti.
Non doveva stupirmi, visto che questo partito è certamente in buona compagnia nella critica all’Amministrazione. Da mesi assistiamo allo spettacolo di singoli Consiglieri o interi gruppi consiliari che più o meno ufficialmente criticano pesantemente l’azione del Sindaco o di questo o quell’ Assessore, per poi non far mancare, mai, in consiglio alla stessa amministrazione il loro puntuale e devoto sostegno, nel ridicolo tentativo di recitare contemporaneamente il ruolo di potenti e contestatori, di maggioranza e minoranza.
Ma il documento apparso sui giornali on-line a firma MPA supera ogni precedente.
Comincio con il dire che io lo condivido in pieno, anche per quanto afferma sul modo di amministrare del Sindaco e non mi resterebbe che aggiungere “LO AVEVAMO DETTO”
Ma le puntuali e specifiche accuse di cattivissima amministrazione mi lasciano incredulo ed esterrefatto facendomi insorgere delle domande che voglio condividere con tutti.
Il documento afferma tra l’altro:
LA MACCHINA COMUNALE E’ DIRETTA DA UNA CLASSE DIRIGENZIALE LENTA ED IMPREPARATA. Io mi chiedo: Ma i dirigenti, non vincitori di concorso, di questo comune non li ha scelti questa amministrazione? Non rispondono del loro operato a questi Assessori ed a questo Sindaco?
L’URBANISTICA E I LAVORI PUBBLICI SONO AL COLLASSO TOTALE. Mi chiedo: Non sono i componenti di questa amministrazione che conducono con le loro deleghe questi assessorati?
IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE NAVIGA IN ACQUE TORBIDE .Mi domando, da quando? E chi è stato negli ultimi anni a ricoprire la carica di Assessore al ramo? Quali iniziative sono state prese da questa giunta per riordinare un corpo di polizia descritto in questo modo? Che fine ha fatto il concorso dai tempi biblici per l’identificazione del nuovo comandante?
L’ABUSIVISMO EDILIZIO E NON SOLO HA RAGGIUNTO UN LIMITE MOLTO PREOCCUPANTE. A CHI LO DITE !!! Noi siamo preoccupati davvero, chi ha scritto e questa amministrazione ha le nostre stesse preoccupazioni? Siete sicuri? Cosa ha fatto questa maggioranza per favorire il controllo del territorio in mano ai furbi come non mai?
LE VICENDE TRIBUTI ITALIA ED EAS INCIDERANNO PESANTEMENTE SULLA SITUAZIONE ECONOMICA DELL’ENTE Mi chiedo, ma queste vicende che ricadono sulle tasche dei cittadini non sono state determinate dalla azione o non azione di questa Giunta e da questa maggioranza? Vuoi vedere che le ha determinate la minoranza?
I SERVIZI E QUELLI MARITTIMI IN PARTICOLARE SONO INESISTENTI . Incredulo mi chiedo: E’ il caso di rammentare l’epica fuga attuata dai consiglieri di maggioranza dalla nave in cui si registrava l’unico segno di coinvolgimento di una spontanea protesta cittadina sull’argomento? Non è sotto gli occhi di tutti la riduzione dei servizi marittimi ai quali questa amministrazione, nel più benevolo dei giudizi, ha contrapposto la sua inadeguatezza?
SI SCONOSCE LA SITUAZIONE DELLA PORTUALITA’, GLI INCARICHI E LE NOMINE
Esterrefatto mi chiedo: Se non li conoscete voi che siete un partito di maggioranza chi li conosce? Chi li determina? Se avete perso notizia voi del porto che già all’indomani delle elezioni sembrava realizzato a chi potremo chiedere come si concluderà questa svendita di territorio Eoliano?
Potrei allungare l’elenco delle mie curiosità anche a temi non trattati dal documento, ma mi sono prolungato eccessivamente e rileggendo le domande che mi sono sorte,credo che tutte si possano riassumere in un unico quesito.
MA CHI STA AMMINISTRANDO IL COMUNE DI LIPARI? CHI LO HA AMMINISTRATO NEGLI ULTIMI ANNI? IL SINDACO DA SOLO?
Ora da semplice cittadino mi arrogo il diritto di proporre un consiglio, seppur non richiesto, a tutti i componenti della maggioranza e gli amministratori che provino sinceramente la delusione di una azione amministrativa mortificante, e che non siano motivati invece da una conflitto interno alla politica per il riposizionamento su questa o quella poltrona così spesso all’ordine del giorno di questa maggioranza.
Se trovate inadeguato questo Sindaco e questo modo di amministrare, una presa di posizione tardiva non vi assolve e non vi riabilita se non è accompagnata ad una pubblica e seria azione politica ed istituzionale tendente ad attenuare se non recuperare al danno che avete procurato a queste isole contribuendo ad far eleggere questa Amministrazione che in pubblico o in privato oggi criticate.
A mio parere giustamente.
Se avete fallito come amministratori dimettetevi o chiedete che si dimetta chi ha provocato il fallimento, Sindaco o Assessore che sia. Altrimenti, e lo dico contro gli interessi della parte politica i cui mi riconosco, Tacete ne guadagnerà il paese..
Marco Giorgianni