Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 3 febbraio 2010

Salina. Un'isola, tre comuni e una storia da riscoprire

(Michele Merenda- Gazzetta del Sud) Dopo il comune di Leni, anche Malfa celebra il proprio centenario, ricordando quel 26 dicembre del 1909 in cui si formarono i tre comuni di Leni, Malfa e S. Marina Salina. La scissione interna avvenne dopo il distacco da Lipari nel 1867 (ad oggi Salina è l'unica che non dipende dall'isola più grande dell'arcipelago eoliano).
Dopo quella storica data le borgate andarono avanti a forza di contrasti, dissenzi, dispetti più o meno gravi ed interrogazioni parlamentari. Una storia complessa che è stata riassunta nel convegno tenutosi sabato scorso nella Struttura polifunzionale di Malfa dal giornalista RAI Andrea Montanari. «È assolutamente necessario – ha detto Montanari – conoscere la propria storia, altrimenti non sapremo mai chi siamo realmente e sarà molto difficile capire in quale direzione dovremmo andare. Lavorando nella biblioteca del Senato – ha svelato il giornalista –, mi sono imbattuto nella legge n. 807 che venne promulgata il 10 gennaio 1910, recante come titolo: "Divisione dell'isola di Salina in tre comuni". Vengo qui dagli anni 70 ed in me nacque subito la curiosità di capire come si era arrivati al varo di questa legge, che comunque presupponeva un dibattito parlamentare ed un nutrito apparato di documentazione». Questo e tanto altro, innestato in un momento in cui in Italia prendeva spazio un atteggiamento molto statalista e quindi poco incline a concedere nuove autonomie territoriali, è stato dibattuto assieme ai tre attuali sindaci (Riccardo Gullo, Salvatore Longhitano e Massimo Lo Schiavo), ricordando anche il ruolo giocato da personaggi storici come lo statista Giovanni Giolitti o il marchese On.le Ugo di Sant'Onofrio. Dopo aver ricordato i propri predecessori, i primi cittadini hanno ribadito le motivazioni concrete che hanno portato a quella divisione e l'importanza di capirne i contenuti, affinché, pur nel rispetto della propria identità ed autonomia, si possa portare avanti un discorso comune per il bene di Salina. Era presente, oltre ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine, il senatore Nino Randazzo, nato proprio a Salina e poi emigrato giovanissimo in Australia. Randazzo ha evidenziato come da sempre i centri principali di Salina si siano differenziati tra loro.