Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 26 agosto 2014

Doveva raggiungere Messina con un aliscafo dell'Ustica Lines ma..resta a terra

Ci viene riferito da persone, direttamente interessate e presenti sul posto, di uno spiacevole e non giustificabile fatto verificatosi lo scorso sabato con  il comando di bordo dell'aliscafo Ustica Lines in partenza (da  orario) alle 18 e 40 da Lipari per Messina. 
Abbiamo premesso "da orario" in quanto il mezzo al momento in cui è arrivato a Lipari aveva circa 40 minuti di ritardo.
Ad una ragazza alla quale era stato rilasciato il biglietto residente è stato chiesto, dopo che il marinaio aveva "staccato" la parte di biglietto che resta al comando di bordo, di esibire un documento che ne attestasse la residenza. Cosa che il passeggero non è stato in grado di fare. 
A questo punto - come ci riferisce chi direttamente interessato- il comandante ha invitato la ragazza ad andare in agenzia a pagare l'integrazione. E sin qui niente da ridire.
Il fatto spiacevole accade un paio di minuti dopo quando dal comando di bordo viene dato l'ordine di partire. Questo nonostante si sapesse che la ragazza era stata inviata all'agenzia per pagare l'integrazione e la stessa fosse sul molo che porta all'aliscafo.
In poche parole la ragazza  è rimasta a terra: il biglietto originario non era rimborsabile in quanto una parte era rimasta nelle mani nel marinaio; la ragazza  ha dovuto prendere un aliscafo per Milazzo e da qui un ulteriore mezzo per raggiungere Messina.
Un comportamento sicuramente spiacevole...si sapeva che la ragazza era stata inviata in biglietteria e non può essere una giustificazione che il mezzo era in ritardo..altri due..tre..quattro minuti non avrebbero certo cambiato la situazione.
Sin qui quanto riferitoci da diretti interessati. Se qualcuno intende replicare ed evidenziare la propria versione, mettiamo a disposizione analogo spazio. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.