Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 28 giugno 2008

Trasporti integrativi: La nota del segretario generale della CGIL Messina, Spanò

COMUNICATO STAMPA
“La fine dei collegamenti marittimi con le Eolie e le Egadi mostra quale
considerazione a Palermo si abbia di questo territorio e quanto poco contano i rappresentanti messinesi di quel governo. Intervenga Lombardo”
Il fallimento di ben due gare, l’imminente interruzione dei collegamenti marittimi veloci, la perdita del posto di lavoro per ben 350 lavoratori e lo spettro di una profondissima crisi economica per le isole minori, sono un atto inqualificabile da parte del governo regionale.
Quanto accaduto era ampiamente prevedibile e mostra purtroppo, senza alcun alibi, quale sia la considerazione che si ha a Palermo di questo territorio e quanto piccolo sia il peso politico dei rappresentanti del governo che provengono da questa provincia.
Inutile adesso fasciarsi la testa e chiedere interventi nazionali, ben sapendo che i collegamenti marittimi regionali sono di esclusiva pertinenza dell’istituzione regionale, che ne ha appunto l’obbligo di programmarli per tempo e di garantirli,così come ogni altra regione d’Italia, attraverso adeguati finanziamenti.
Adesso occorre subito pensare a cosa avverrà dal prossimo 1 luglio, a come si intende garantire il diritto alla mobilità dei cittadini, a come evitare il licenziamento di 350 marittimi ed a come scongiurare che tale drammatico futuro si estenda anche tutti gli altri operatori e lavoratori delle isole minori che hanno nel turismo la loro unica opportunità di sviluppo economico.
Il Presidente Lombardo, di fronte ad un dramma di queste proporzioni non può continuare ad ostentare silenzi, indichi perciò subito quali interventi straordinari intende attivare per scongiurare quanto avverrà nei prossimi giorni, e mostri che i lavoratori della isole minori non sono siciliani di serie B
Il Segretario Generale
Franco Spanò