Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 8 luglio 2009

Aponte: "Non è questo il momento per vendere Tirrenia"

Vendere ora Tirrenia sarebbe «un errore». Lo afferma in un’intervista al Sole 24 Ore l’armatore Gianluigi Aponte, numero uno del gruppo italo-svizzero Msc. Parlando della privatizzazione della compagnia di stato e dell’eventuale partecipazione di Msc alla gara, Aponte spiega: «vedremo quali saranno i parametri dell’offerta. Ritengo, però, che questo non sia il momento per noi di fare ulteriori investimenti ma neanche per il Governo di vendere Tirrenia. Non si cede un’azienda durante una crisi perché si troverebbero pochi acquirenti che la pagherebbero quattro soldi». Secondo l’armatore l’intera operazione dovrebbe essere posposta. Aponte guarda infine con favore al processo in atto da parte delle compagnie di alzare i noli: «sta funzionando. C’è stata molta demolizione e diminuzione della capacità che ora corrisponde alle richieste del mercato» mentre sull’interesse manifestato nei mesi scorsi per un ingresso di Msc in Fincantieri nel ramo delle riparazioni navali ha precisato: «oggi non più. Quando l’ho detto avevamo molte unità di seconda mano che avrebbero potuto utilizzare le strutture di Fincantieri. Ora anche noi stiamo mandando le unità in demolizione»