Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 14 aprile 2012

Programma del candidato sindaco Gianfranco Grasso

Sostenuto dalle liste PDL, MPA E PUNTO FRECCIA (LISTA CIVICA).
Il difficile momento, politico ed economico, che stiamo vivendo, ha focalizzato l’attenzione su alcuni principi fondamentali del vivere civile:
-         Il ruolo della politica
-         la necessità di una politica del territorio
-         Il modo di fare politica
Queste tre affermazioni, che a un approccio superficiale potrebbero sembrare banali o retoriche, ben rappresentano invece  quello che spesso è mancato nei rapporti tra cittadino e istituzioni.
  La buona politica deve avere il ruolo di organizzare, tutelare e migliorare la cosa pubblica.
Una strada piena di buche, un aliscafo che non parte, non sono semplici disfunzioni, ma esempi di assenza della politica, di politica cioè che ha mancato al suo ruolo.
La politica locale, in un piccolo centro, raramente si occupa di grandi ideologie, ma più spesso si trova ad amministrare le necessità e le aspirazioni del vicino di casa, dell’amico d’infanzia e le prospettive di futuro di giovani che magari siedono nel banco accanto a quello di nostro figlio. Tutto questo fa si che le distanze tra eletto ed elettori siano veramente ridotte al minimo. Ciò, a nostro avviso, rappresenta il punto focale di un’autentica politica del territorio. Una politica cioè in cui un sindaco, essendo investito in prima persona dagli stessi problemi dei suoi concittadini, si proponga come strumento per risolverli. In che modo? con il buon senso, l’onestà e la trasparenza, caratteristiche sulle quali, proprio per la minima distanza tra elettori ed eletto, difficilmente si può bluffare.
Perché il Comune, di questo ne siamo convinti, è ben più di una macchina burocratica, ma rappresenta  l’Istituzione a noi più vicina, cui tutti ci rivolgiamo per ogni necessità o problema.
Alla luce di tutto questo, per la realizzazione del programma politico – amministrativo indicato per linee guida nelle pagine seguenti, non ci siamo ispirati a voli pindarici o promesse fantasmagoriche,   perché in una situazione economica come quella attuale, ci sembrerebbe irrealistico e soprattutto irrispettoso dell’intelligenza degli elettori. Ricordiamo inoltre che la presenza di un “patto di stabilità” imposto a tutti i comuni dal governo centrale, limita fortemente i voli di fantasia, permettendoci di relegare nel modo dei sogni le solite promesse preelettorali, che sono quanto di più distante dalla buona politica che vogliamo proporre.

PROGRAMMA POLITICO AMMINISTRATIVO
LINEE GUIDA
1) Trasparenza e legalità
Primo punto del programma, ma anche necessaria premessa per chiunque voglia candidarsi al ruolo di amministratore del denaro dei contribuenti.
 Questi due principi saranno la stella polare della nostra amministrazione, mediante anche la messa a punto di opportuni e innovativi meccanismi di comunicazione (es: pagina pubblica del Sindaco sui principali social network, in cui, oltre ad ascoltare i desideri o le istanze dei cittadini, renderà conto della gestione del denaro pubblico) che ci permettano di interagire meglio con tutti i cittadini.
Inoltre, riteniamo essenziale, garantire una gestione equa e legale di quel bene prezioso che è il suolo pubblico, ivi compreso il suo utilizzo, così necessario in un comune come il nostro, dalla spiccata vocazione turistica.
2) Portualità e trasporti
Le notevoli difficoltà di collegamento con la terraferma che tutti noi abbiamo incontrato negli ultimi anni e che continuiamo a incontrare, ciascuno nel proprio ambito (operatori turistici, commercianti, professionisti, studenti, cittadini tutti) richiede a nostro avviso una programmazione più ampia e lungimirante che vada oltre il semplice promettere nuove infrastrutture, molto probabilmente irrealizzabili nell’attuale situazione economica. Spesso i mezzi non viaggiano, ma quante volte ci è capitato di arrivare a Milazzo dopo una traversata tranquilla e soleggiata e vedere che la coincidenza dell’autobus era appena partita? Oppure, al contrario, quante altre volte abbiamo passato giornate intere al porto di Milazzo, facendo continuamente la spola tra un bar (unico possibile rifugio sotto la pioggia) e una delle agenzie, sperando che ci dicessero quando e soprattutto se saremmo tornati alle nostre case?
Una modernizzazione delle strutture portuali è indubbiamente necessaria, ma sarebbe vana speranza vederla come la panacea di ogni male.
Se verremo eletti, la nostra amministrazione vorrà e dovrà immancabilmente tener conto delle esigenze e soprattutto del diritto alla mobilità di tutti, con la consapevolezza che nulla di buono potrà essere ottenuto, senza un’adeguata programmazione e coordinamento, da “stimolare” ed attuare a tutti i livelli.
Infine riteniamo che il già esistente progetto sulla portualità non debba essere né aprioristicamente osteggiato per motivi settaristici, né osannato in quanto tale senza conoscerne limiti e conseguenze. Per questo riteniamo realistico concentrarci su quegli aspetti del progetto che realmente necessitano ad un corretto svolgimento della vita e delle attività economiche delle nostre isole, nel rispetto dell’ambiente e della legalità.
3)  Contenimento e razionalizzazione della spesa pubblica
Consideriamo doveroso, al fine di non gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini e di risanare il bilancio comunale, sfoltire notevolmente le spese per consulenze ed incarichi esterni ed attribuire quelli inevitabili, in base a criteri rigidamente meritocratici.
Intendiamo inoltre instaurare un sistema di controllo scrupoloso sulle spese derivanti dal contenzioso legale del comune.
La semplice iniziativa di accorpare assessorati convergenti e contigui per attività e competenze , produrrebbe, poi, a nostro avviso un notevole risparmio nei bilanci del comune.
4)  IMU e nuove tasse
Tenendo conto del difficile momento che tutti stiamo attraversando ci impegniamo fin da ora in caso di elezione, a contenere  la pressione fiscale sui cittadini, applicando, ove possibile, le aliquote minime previste dalla legge.
5)      Incentivazione e destagionalizzazione del turismo
Riteniamo, innanzitutto, necessario potenziare  tutte le risorse naturali  che caratterizzano le nostre isole, quali le risorse termali, inutilizzate oramai da decenni, i sentieri purtroppo in stato di abbandono, le aree pomicifere e l’infinito elenco di bellezze naturali delle nostre isole che vanno valorizzate senza alterarle, perché siano fonte di ricchezza anche per le generazioni future.
La tutela, la pulizia e il ripascimento delle spiagge delle isole saranno non un “cavallo di battaglia” della campagna elettorale, ma un obbiettivo primario che ci proponiamo come potenziale amministrazione.
In un mondo globalizzato, in cui  qualunque destinazione turistica è facilmente raggiungibile, solo la diversificazione della proposta (non solo turismo balneare, ma anche turismo naturalistico, turismo culturale e di puro intrattenimento)  può garantire la competitività delle Eolie.
A tal proposito lo studio di soluzioni per i parcheggi e per una maggiore efficienza dei servizi per Eoliani e turisti, si configurano come punti altrettanto essenziali per il miglioramento non solo del “nostro” quotidiano, ma anche come trampolino per l’avvio di un processo di destagionalizzazione, che dovrà comunque essere oggetto di programmazione da attuarsi con l’ausilio di tutte le attività produttive presenti sul territorio.
Desideriamo un territorio accogliente per chi ci vive e per chi lo sceglie per le proprie vacanze (incremento degli spazi verdi, delle aree destinate ai bambini ed alle attività sportive, adozione del  piano del colore e del decoro urbano).
In questo contesto non possiamo dimenticare i problemi che investono le frazioni che si affacciano sul mare. In zone come Acquacalda e altre ancora che si affacciano sul mare i lavori di sistemazione, messa in sicurezza e riqualificazione ambientale   rappresenteranno  un passaggio fondamentale della nostra azione amministrativa.  
6)  Sanità
Adotteremo ogni opportuna iniziativa per impedire che le isole Eolie vengano penalizzate dal punto di vista della difesa della salute ed al fine di  garantire i servizi essenziali, che includono sicuramente il mantenimento dell’ospedale, con i reparti di chirurgia, medicina, radiologia e ginecologia con incluso punto nascita. Siamo consapevoli, infatti, che le peculiarità del nostro arcipelago non consentono di fare esclusivo affidamento sul servizio di elisoccorso, senza mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Perché il diritto alla salute è un bene inalienabile. Perché la tutela della maternità è un valore in cui crediamo. Perché non si può pensare di fare turismo senza garantire a chi viene adeguati servizi sanitari. Perché il diritto ad essere Eoliani non può essere disgiunto dal diritto a nascere Eoliani. 
7)  Scuola e giovani
I giovani rappresentano il futuro ed è nostro preciso dovere indirizzarli e aiutarli a formarsi per poter “vivere” e non “sopravvivere”.
In un arcipelago a vocazione prevalentemente turistica, la mancanza di scuole di formazione in questo settore, per i giovani, rappresenta una mancanza di non poco conto, che necessita di essere colmata, per dar modo alle generazioni future non solo di crescere, ma di far crescere le Eolie.
8) Amministrazione ed isole minori
Rimettere in moto la macchina amministrativa, motivare e valorizzare i dipendenti comunali dove non mancano le professionalità e inoltre tenuto conto del costante evolversi delle normative fare frequentare dei corsi di formazione e di aggiornamento per potere dare delle risposte puntuali e tempestivi all’utenza.                                                                                
Vanno inoltre attenzionati i problemi delle isole minori dell’arcipelago  amplificati dalla frammentazione del nostro territorio che comprende sei isole (appare evidente che ogni problema va moltiplicato per sei) e delle frazioni dell’isola di Lipari. La loro soluzione può avvenire con un contatto costante che dovrà essere  mantenuto con le popolazioni residenti e con le circoscrizioni.
Elenco degli assessori da nominare:
 1.       Girone Patrizia Giuseppa, nata a Messina (ME) il 14/06/1954
2.       Ferlazzo Giuseppe, nato a Lipari (ME) il 30/03/1939
3.       Corrado Ferdinando, nato a Lipari (ME) il 31/10/1950

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.