Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 22 giugno 2009

Ventenne condannato al Tribunale di Lipari per violazione di domicilio ed atti osceni.

Il Tribunale di Lipari, in composizione monocratica (giudice Roberto Gurini ) ha condannato S.C. , ventenne incensurato, alla pena di 4 mesi di reclusione, oltre al risarcimento del danno nei confronti della persona offesa costituitasi parte civile e rappresentata dai legali Francesco Rizzo e Giuseppe Cincotta. Il giovane era finito sul banco degli imputati per atti osceni in luogo pubblico e violazione di domicilio nei confronti di una coetanea. S.C, infatti, dopo una serie di appostamenti e pedinamenti durati per oltre due mesi, nell'estate del 2006, approfittando della posizione isolata della abitazione della persona offesa, ha dapprima richiesto prestazioni sessuali alla ragazza, per poi violarne il domicilio e dar luogo ad atti osceni ( si abbassava i pantaloni procedendo ad atti di onanismo ).
Nel corso del dibattimento la persona offesa ha dettagliatemente riferito i particolari della vicenda, coerentemente a quanto già riferito dinnanzi al comando carabinieri di Lipari.
Il pubblico ministero Avv. Cannavo’, al termine del dibattimento, ha chiesto la condanna a 3 mesi. La difesa, sostenuta d’uffico dall' avv. Saro Venuto, l‘esperimento di perizia medico legale per accertare la capacita’ di intendere e voler dell’imputato e l’assoluzione . La parte civile si è soffermata a lungo sulla gravità della condotta , rappresentando anche la pendenza di altri procedimenti in corso di definizione nei confronti dell’indagato per fatti analoghi.