Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 28 gennaio 2010

Lettere al direttore. "Elevare il ticket? Con quello che offriamo proposta vergognosa"

Riceviamo da Lucio Raffaele e pubblichiamo:
La proposta di elevare il ticket d’ingresso alle Eolie è davvero vergognosa. Credo che più si va avanti nella vita quotidiana di quest’isola e più chi ci amministra dovrebbe mettersi una maschera, senza attendere che arrivi il Carnevale. Mi chiedo che valenza può avere un pagamento di un euro o tre euro o cinque se poi le nostre isole offrono, allo stato attuale, poco o niente al visitatore che arriva. Con quale faccia si può pretendere il pagamento del ticket , quando fra non molto dovremo pagare noi il turista per farlo tornare ? E poi questi soldi in che modo si impiegano se il degrado la fa da padrone?
Il “ biglietto da visita” per il turista è il porto-disastro, quando ovviamente si riesce ad arrivare in queste isole, dato che nessuno si occupa più di tanto della questione trasporti e del flagello che questa vicenda sta arrecando alla nostra economia e alla nostra vita insulare.
Mettendomi nei “panni”di un turista, che arriva qui da noi per la prima volta, cosa mai potrei pensare di un posto come questo? L’unica cosa ragionevole da fare subito sarebbe rifare il biglietto di ritorno per fuggire via. Sempre che con i trasporti attuali riesca a partire in giornata…