Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 28 gennaio 2010

Lipari: L'indecorosa condizione della via Garibaldi

Pubblichiamo una lettera di denuncia che la signorina Tiziana De Luca ha inviato in data 27/01/2010 al Corpo di Polizia Municipale e, per conoscenza, all'Assessore all'arredo urbano Sig.Giulio China, per evidenziare la situazione del posteggio indiscriminato sulla via Garibaldi a danno dell'arredo urbano.
IL TESTO:
OGGETTO: DENUNCIA DELL'INDECOROSA CONDIZIONE DELLA VIA GARIBALDI DI LIPARI
In un'epoca in cui l'ingiustizia, nelle forme e manifestazioni più disparate, regna sovrana, sento l'esigenza di denunciare, stavolta per iscritto, una situazione che probabilmente per la maggior parte della cittadinanza appare secondaria, ma che in realtà rappresenta un malsano modo di fare della comunità eoliana e di un'amministrazione che di buoni esempi ne da ben pochi.
Nel caso specifico, mi riferisco alla condizione negativa in cui versa la Via Garibaldi, strada assolutamente principale, all'interno del Centro storico, che porta da Piazza Mazzini, luogo che, seppur finora degradato e abbandonato, fra un po' tornerà ad essere centro della nostra amministrazione comunale, e luogo da cui si accede al Castello e al Museo Archeologico, a Piazza Ugo Sant'Onofrio, per intenderci Marina Corta, gioiello dimenticato dell'isola.
Descrizione questa, poco dettagliata rispetto a ciò che dovrebbe rappresentare il cuore della parte storica di Lipari, ma che serve a capire quanto lontana sia la nostra percezione della ricchezza culturale e della promozione turistica riguardo ciò che siamo e il territorio che ci ospita.
L'assessore China, dandone atto, ha provato a sistemare la strada mettendo piante ornamentali che, dal mio punto di vista, avrebbero creato un ambiente piacevole alla vista, più confortevole al passaggio ed al passeggio sui ”ritrovati” marciapiedi e decisamente più consono ad una strada importante come questa. Una volta, però, istallati i vasi, la gente ha iniziato a spostarli selvaggiamente per il proprio interesse di parcheggiare l'auto il più vicino possibile al proprio “di dietro”e, scusandomi per l'espressione, che è purtroppo più appropriata, anche il Comune, che sulla Garibaldi ha molti uffici, e che non può non vedere, ha rinunciato ad occuparsi di amministrare bene una delle strade principali del proprio paese, pur avendo a disposizione uno strumento che evidentemente disconosce, o conosce a proprio piacimento, ossia la Polizia Municipale!
Credo sia innegabile il diritto degli abitanti di ogni parte dell'isola ad avere un posto dove lasciare la propria auto, il diritto ad essere agevolati nei trasporti fino alla propria abitazione, il diritto delle eccezioni, ma esiste anche il diritto per i commercianti a non avere una macchina sul marciapiede antistante o vedere abitanti e turisti “fare a zig zag” tra le auto scendendo in strada con il rischio di essere investiti e infine c'è un dovere ad un comportamento civico decoroso e civilmente corretto.
Quindi DENUNCIO un illegale spostamento delle piante legittimamente posizionate dal Comune di Lipari, in particolare nel tratto che va dalla fine della via XXIV Maggio fino alla via Umberto I, e chiedo, da cittadina che paga le tasse e vive in maniera sana e attiva sul proprio territorio, un quotidiano accertamento della condizione urbana della suddetta strada, affinché non passi la legge del più scaltro, ma vinca una legge che sia uguale per tutti.
Tiziana De Luca