Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 3 febbraio 2011

Il depuratore e il sindaco in controtendenza (di Piero Roux)

La costituzione italiana recita, all’art.1: L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro (e già partiamo male, considerato che in Italia ci sono 2 milioni di disoccupati, ma ancora nessuno obietta) e continua: La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione (ma questa sovranità viene elargita, per gentile concessione, solo se non intralcia progetti, interessi ed obiettivi di gruppi di interessi che spesso sono appoggiati – o addirittura sono di diretta emanazione- di potentati politici. L’affaire Bertolaso/Anemone docet).
La premessa mi permette di prendere posizione su un argomento che, fino ad oggi, ho solo seguito su carta a causa di un conflitto d’interesse tra l’essere responsabile di una organizzazione ambientalista e diretto penalizzato nella realizzazione del depuratore. ( la cabina di sollevamento di Marina Lunga, dovrebbe sorgere a meno di 15 metri dell’abitazione della mia attuale famiglia, interrompendo la visione al mare).
Ho sempre predicato che “l’interesse collettivo giustifica il sacrificio dell’interesse privato” ma è altrettanto vero che “l’interesse privato non può essere mortificato qualora esistono delle alternative”.
E le alternative, nel caso del depuratore, ci sono…o si possono trovare se si accantonano progetti precostituiti (e a noi noti) o compiacenti asservimenti ad interessi privati.
Le ultime dichiarazioni del Sindaco Bruno. “Il depuratore va fatto e subito a Canneto Dentro” arrivando addirittura a minacciare coloro che ostacoleranno la realizzazione, la dice lunga sull’arroganza che sostiene l’amministrazione liparese. Ecco la sovranità politico/economica farsi beffa della sovranità popolare. Il “piccolo despota” ha cosi deciso….. il parere degli eoliani non ha nessun valore.
Oggi, il Sindaco Bruno, latitante da anni sulla realizzazione dell’area artigianale, sulla realizzazione del Piano Regolatore dei Porti, sui Piani di Zona ecc, si sveglia ( o viene o forza svegliato) e fa la voce grossa. Ma chi gliene da l’autorità? Chi rappresenta?
Se rappresenta il popolo è chiaro che sta andando controtendenza e, se non rappresenta più il popolo è chiaro che non ha più diritto di parlare in sua vece e deve dimettersi.
Ho una vaga sensazione che il nostro sindaco abbia valicato comunque i limiti del suo mandato e se vuole rientrare nei suoi poteri deve adoperarsi –immediatamente- a risolvere il problema dello spostamento del depuratore,  prima che la melma lo seppellisca o prima che il popolo liparese chieda la fine anticipata del suo governo.
Piero Roux

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.