Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 19 luglio 2011

Stenella striata morta e una caretta caretta soccorsa. Notizie da Filicudi WildLife Conservation a cura della dottoressa Monica F. Blasi

17 Luglio 2011: I biologi dell''associazione Filicudi WildLife Conservation hanno trovato un piccolo di delfino, una stenella striata, morto sulla spiaggia del porto di Filicudi. L'esemplare di sesso femminile presentava l'amputazione della coda ma date le pessime condizioni della carcassa non è stato possibile stabilire le cause di morte.
19 Luglio 2011:  L' associazione Filicudi WildLife Conservation ha recuperato a mare un altro esemplare di Caretta caretta in cattivo stato di salute. L'esemplare aveva difficoltà ad immergersi e un assetto irregolare sulla superficie dell'acqua, presentando una probabile occlusione intestinale. Dopo aver effettuato le misurazioni morfometriche, pesato l'animale e campionato i parassiti sul suo carapace i ricercatori dell'associazione provvederanno ad imbarcare nella mattinata di domani l'esemplare sul primo aliscafo diretto a Milazzo affichè esso arrivi al più presto al Centro Regionale di Recupero fauna selvatica e tartarughe marine di Comiso.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.