Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 2 luglio 2009

Confesercenti: "Aumento Cosap e Tarsu, attacco quasi mortale per molte attività del comune di Lipari"

Una lettera è stata inviata dalla Confesercenti provinciale di Messina per protestare contro l'aumento di COSAP e TARSU nel comune di Lipari. E' indirizzata al Sindaco e al Presidente del consiglio comunale.
Oggetto: Aumento Canone occupazione suolo e Tariffa raccolta e smaltimento rifiuti.
Lo smisurato aumento del Canone per l’occupazione di aree e suolo pubblico (Cosap) e della Tariffa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU), deliberato dal Consiglio su proposta dell’Amministrazione comunale, costituisce un attacco quasi mortale per tante attività commerciali, turistiche e della somministrazione di alimenti e bevande che operano sul territorio del comune di Lipari.
Le pur comprensibili difficoltà di bilancio in cui si imbatte il Comune, causate delle riduzione dei trasferimenti regionali e nazionali, non possono essere risolte gravando gli operatori economici di canoni e tasse che in qualche caso aumentano anche più del 250% rispetto all’anno precedente.
Come se non bastasse, queste inique imposizioni giungono in un momento di pesante crisi economica, di abbassamento del livello dei consumi, di difficoltà ad attrarre flussi turistici.
Il calo di presenze turistiche nei mesi di maggio e giugno, a cui la stampa ha dato risalto, conferma ciò che si temeva: le presenze si concentrano nei fine settimana e la stagione turistica si fa sempre più corta.
Come si fa allora a conciliare per tante attività legate al turismo, o comunque all’aumento delle presenze nel periodo estivo nelle isole, il sensibile calo del volume di affari con lo stratosferico aumento dei costi di gestioni determinato dalle scelte fatte dall’Amministrazione comunale?
Noi temiamo si corra il rischio di produrre così continuando un impoverimento - sia qualitativo che quantitativo - dell’offerta turistica e commerciale determinato dalla difficoltà di tanti operatori a far fronte al continuo aumento di imposte e tasse che si giustificano con la sola esigenza che ha l’amministrazione pubblica di fare cassa.
Per tali ragioni chiediamo a Lei Sig. Sindaco e al Consiglio comunale di rideterminare il Canone per l’occupazione del suolo pubblico e la Tariffa per lo smaltimento dei rifiuti attraverso l’adozione di una nuova deliberazione del Consiglio che tenga conto, oltre che dell’esigenza di fare cassa, anche delle esigenze e delle buone ragioni degli operatori economici di Lipari.
p. la Confesercenti provinciale
il Direttore provinciale
Michele Sorbera