Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 20 settembre 2011

L'isola dei paradossi. La lettera aperta-sfogo di Mariangela Pastore

Siamo nell'isola dei paradossi:  insegnanti di Lipari che vanno ad insegnare al nord e quelli di Caropepe che vengono ad insegnare qui; catamarani che viaggiano con mare forza sette da lipari per milazzo e viceversa e navi di tonnellate che stanno ferme in porto per avverse condizioni meteo- marine, così come è accaduto oggi.
Devo rientrare in servizio a Genova giovedi e non riesco a partire con la macchina per farmi accompagnare da mio padre sino a catania dove devo prendere l'aereo .Verso le 14.30 ho chiamato la capitaneria di porto di Milazzo. Dopo essere riuscita a parlare con sottoufficiale mi è stato riferito che non possono obbligare il comandante a partire se questo ritiene ci siano condizioni proibitive e che è una questione soggettiva ci sono comandanti che se la sentono e altri che non se la sentono!
Insomma forse sono "fifoni" o gli è stato imposto dalla sociètà? 
A me sembra solo che è vergognoso essersi ridotti a questo punto! Certo noi cittadini possiamo adire le vie legali..........................che lasciano il tempo che trovano!
Mariangela Pastore

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.