Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 14 febbraio 2013

Il M5S censura deroga alla pesca del novellame in Sicilia

(Adnkronos)- "La decisione dell'assessore Cartabellotta di derogare al divieto di pesca di novellame in Sicilia, previsto dall'Unione Europea, non solo e' assurda ma e' addirittura inconcepibile, nell'ottica rivoluzionaria che doveva guidare l'attuale governo". Il Movimento Cinque Stelle censura nettamente il provvedimento dell'assessore del governo Crocetta, che ha dato il via alla pesca del novellame per dare respiro al settore in crisi."Il conclamato stato di crisi del settore della pesca - sostiene il capogruppo Giancarlo Cancelleri- non si risolve depauperando il mare della propria risorsa neonata, ma incentivando un serio "fermo biologico", basato sulla "specie", che comprenda anche tutte le forme di pesca sperimentale, attualmente praticata anche in luoghi interdetti alla pesca professionale di "sardine" e "rossetto", come nella zona di mare di Capo Feto e alla Foce del Pantano Longarini".
"Auspichiamo - afferma il il deputato Matteo Mangiacavallo - un pronto e sollecito passo indietro dell'assessorato regionale e una necessaria "pausa di riflessione". Tale pesca, devastante per tutte le forme di vita presenti nei fondali marini per l'ecosistema e per la riproduzione di buona parte di pesce azzurro, non si poteva e non si doveva autorizzare, nemmeno per poche unita' e nemmeno per pochi mesi all'anno. Siamo d'accordo con il commissario UE: il novellame va cancellato dai nostri menu"'.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.