Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 15 febbraio 2013

TRENI, TEMPI DURI: “NON CI SONO SOLDI TAGLI SULLE CORSE IN SICILIA”

Taglio drastico sui treni. L’allarme lanciato dai giorni scorsi dai sindacati sulle “sforbiciate ferroviarie” in Sicilia trova conferma. Non ci sarà il taglio di 105 treni sui circa 500 in circolazione. Ma a partire dal 10 marzo. sarà dato il via alla riduzione dei servizi nella misura del 10%. Una decisione che sarebbe legata all’insufficienza di fondi pubblici.
Una notizia che stona con quella uscita nei giorni scorsi. E cioè della rivoluzione nei collegamenti ferroviari, un’opera titanica, dal costo complessivo di 10 miliardi di euro per strappare l’entroterra siciliano dall’isolamento. ”Entro metà febbraio chiudiamo tutto l’accordo per il triangolo Palermo, Messina, Catania”, aveva annunciato il presidente della regione Sicilia Rosario Crocetta, arrivato a Bruxelles per presentare un evento nei locali del Parlamento europeo.
“In quanto semplice fornitore del servizio – spiega una nota -, Trenitalia e’ pronta non soltanto a non tagliare, ma ad effettuare anche piu’ corse di quelle oggi in programmazione. La soluzione sarebbe gradita a Trenitalia, occorre pero’ che il committente pubblico stanzi le risorse necessarie per acquistare il servizio. La copertura finanziaria del Contratto fra Trenitalia e le Regioni a Statuto autonomo, come la Sicilia, e’ stabilita ed erogata direttamente dallo Stato”, ma “le risorse fissate per il 2013 non consentono il mantenimento degli attuali livelli di offerta e quindi Trenitalia si vede costretta ad adeguare i propri piani di produzione in coerenza con tale ipotesi di disponibilita’ finanziarie”.
In sostanza, si cerchera’ di intervenire sulle corse a minore domanda, “attenuando cosi’, quanto piu’ possibile, l’impatto negativo sulla clientela”. Le nostre scelte, comunica Trenitalia,  ”sono state comunicate ufficialmente, e con ampio anticipo”, con una lettera dell’amministratore delegato “indirizzata al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e agli assessorati regionali competenti e interessati”. Nella lettera si precisa che a partire dal 10 marzo saranno ridotti, per insufficienza di copertura finanziaria da parte del committente pubblico, “proporzionalmente nella misura del 10%, i servizi inclusi nel perimetro del Contratto di Servizio”.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.