Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 29 maggio 2014

Strada comunale Pianogreca-Monte. Percorso di guerra...nella giungla. Cittadini lamentano grave pericolo per la pubblica incolumità

Al Sig. Sindaco
del COMUNE DI LIPARI
Rag. Marco GIORGIANNI
e.p.c.   All’Assessore al ramo
del COMUNE DI LIPARI
Sig. Giovanni SARDELLA

                 Al Comandante del Corpo di                                            Polizia Municipale
Dott. Stefano BLASCO

I sottoscritti residenti e/o proprietari di immobili nelle località Pianogreca e Montegallina di Lipari, con la presente vogliono manifestare il proprio disappunto circa le condizioni in cui versa la Strada Comunale Pianogreca – Monte: la sede stradale, infatti, è costellata di una enorme quantità di pericolosissime buche e sconnessioni che, soprattutto durante la notte, essendo alcuni tratti del percorso scarsamente illuminati, creano una situazione di grave pericolo per la pubblica incolumità.
Risulta davvero inspiegabile, il disinteresse delle varie amministrazioni comunali che negli anni si sono succedute, nei confronti delle suddette località che, soprattutto nell’ultimo decennio, sono divenute particolarmente popolate, e sono state interessate da diverse progettazioni private, con conseguente versamento di oneri di urbanizzazione che, ipoteticamente, sarebbero dovuti servire al miglioramento della viabilità, della pubblica illuminazione e del decoro in genere della zona; di tutto questo, però, non si è visto proprio nulla.
Chi percorre giornalmente la strada in questione, si trova a dover spendere parecchi soldi per la manutenzione dei propri veicoli, messi a dura prova a causa di quel percorso di guerra… sospensioni, pneumatici e forcelle, sono destinate inesorabilmente a sfracellarsi…
Inoltre, la vegetazione che rigogliosa e indisturbata, cresce ai margini della sede stradale, limitando la visuale (in particolar modo in prossimità delle curve), crea un’ulteriore condizione di pericolo che, sommata a quella derivante dalle voragini, pone in essere una condizione insostenibile che lede profondamente il diritto e/o la libertà di movimento, oltre ad una condizione di grave pericolo che, si spera, non debba essere presa in considerazione solo dopo il verificarsi di qualche grave incidente, con le derivanti responsabilità civili e penali.
Alla luce di quanto sopra, i firmatari
C H I E D O N O
che si intervenga rapidamente con un intervento RISOLUTIVO,  asfaltando l’intera sede stradale, e non rappezzando miseramente le sole buche con interventi tampone destinati a durare appena pochi giorni. Si chiede altresì che venga tempestivamente eseguito un intervento di diserbamento dei margini della strada, essendo diventati alcuni tratti della stessa quasi impercorribili, ribadendo che attualmente NON ESISTONO le indispensabili condizioni di sicurezza, con conseguente grave pericolo per la pubblica incolumità, sia per abitanti della zona che per i turisti che, sempre più numerosi, percorrono le località sia a piedi che con mezzi a motore.
-          Si allega documentazione fotografica.
I FIRMATARI (seguono le firme)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.