Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 12 marzo 2009

"Campa cavallo che l'erba cresce". Ci scrive un nostro lettore

Ringraziando codesta redazione per l'opportunità che ci offre nel tenerci informati e partecipi della vita eoliana pur essendo lontani, noi che portiamo le isole Eolie nel cuore e che ci angosciamo per tutte le cose che non vanno, desidero esternare una mia considerazione.
Infatti, leggendo sul Vostro notiziario dei problemi dell'amata Lipari, con riferimento - nel caso specifico - alla riparazione della banchina di Sottomonastero ed alle notizie che puntualmente riportate sulla vicenda del "Ponte sullo Stretto" ( per il quale in termini di principio non sono assolutamente contrario alla sua realizzazione), mi viene in mente un detto che recita:
"campa cavallo che l'erba cresce";
infatti mettendo in relazione le due "infrastrutture", un'amara considerazione mi porta a formulare la seguente domanda:
ma se il Genio Civile dopo tre mesi, anche in presenza di copertura finanziaria, non ha fornito il suo necessario ed indispensabile "contributo" istituzionale per avviare e concludere i lavori di riparazione della banchina del porto di Lipari danneggiata da una nave della Siremar, lavori che sicuramente non necessitano di delicatissimi "iter" ed altissimi costi, quanto tempo avrà bisogno per evadere "l'iter" di competenza che consenta l'avvio della realizzazione di un'opera così faraonica e tecnicamente complessa?
Che dire!!
Antonio Anzalone