Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 28 luglio 2009

Eolie. Divieto di sorvolo delle riserve naturali alla Provincia si cerca una soluzione. Ieri conferenza dei servizi

Sorvolare le riserve naturali salvaguardate da normative comunitarie è vietato. Ma nei cieli delle isole Eolie, identificate dall'Unione Europea come Siti d'Importanza Comunitaria (Sic), accade spesso di incrociare elicotteri, quasi sempre privati, che sono soliti addirittura atterrare lì dove non si potrebbe. Il problema è serio, è stato sottovalutato, negli anni, dai vari amministratori isolani, e ieri è sbarcato nella sala giunta della Provincia.
A Palazzo dei Leoni si è svolta, infatti, una conferenza dei servizi dedicata proprio al divieto di sorvolo delle aree protette delle isole (si pensi, ad esempio, alla riserva delle Montagne delle Felci e dei Porri di Salina o all'isola di Panarea e scogli viciniori). Conferenza che arriva dopo numerosi esposti del Wwf e di altre associazioni ambientaliste, che hanno segnalato come il trasporto su elicotteri, che in un primo momento doveva essere sperimentale e avvenire in deroga per Protezione civile e pronto soccorso, è diventato routine e a carattere commerciale.
Due società dal 2002 svolgono un servizio passeggeri che, secondo il sindaco di Leni Gullo, non sarebbe autorizzato, pubblicizzando addirittura "gite aeree" a pochi metri dai vulcani (Stromboli e Vulcanodelle isole). In piena zona Sic. Una situazione non più sostenibile e del tutto abusiva, sulla quale ieri le istituzioni interessate si sono sedute attorno a un tavolo. Le associazioni ambientaliste chiedono che il servizio venga fermato e subito, e che i cieli eoliani rimangano sgombri.
La politica cerca una mediazione, magari attraverso una nuova regolamentazione dei voli. Alla conferenza di Palazzo dei Leoni hanno preso parte i sindaci di Leni, Riccardo Gullo, e di S. Marina di Salina, Massimo Lo Schiavo, l'assessore al Turismo del Comune di Malfa Clara Rametta, il viceprefetto aggiunto di Messina Natalia Ruggeri, l'arch. Antonino Milici della Soprintendenza ai Beni Culturali, il direttore Riserve naturali della Provincia, Maria Letizia Molino, oltre ai tecnici del dipartimento Territorio e Ambiente della Regione, dell'Azienda Regionale Foreste Demaniali, dell'Ispettorato dipartimentale delle Foreste di Messina e del dipartimento regionale Protezione civile Sicilia nord-orientale.
Presenti anche i rappresentanti delle associazioni ambientaliste, Anna Giordano del Wwf e l'ing. Francesco Mirabito, cittadino dell'isola di Salina. Secondo il sindaco di Leni Gullo «prima di tutto vanno repressi gli abusi, perché oltre a un problema ambientale ci sono rischi per la sicurezza pubblica».
Il presidente della Provincia Nanni Ricevuto, intervenuto alla conferenza nelle battute finali, sostiene che «l'incontro di oggi pone le basi per una soluzione univoca che accontenti tutti e che ripristini le condizioni di sicurezza e di rispetto ambientale, peraltro previste da normative comunitarie».
Per Ricevuto è necessario «regolamentare in maniera seria i voli sulle isole». Ribadendo che l'obiettivo di fondo deve essere quello «del rafforzamento dell'economia eoliana», che deve mantenersi in linea col «sempre maggiore sviluppo dei flussi turistici». Purché le norme vengano rispettate. (s.c.)
Data notizia 28/07/09 a cura di Salvatore Sarpi