Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 11 novembre 2009

Catania, conferenza su vulcani e natura.

“Vulcani, paesaggi e culture” è il titolo della prima conferenza mondiale promossa dall’Unesco, da Insula (International scientific council for Island development),dall’Otie (Observatory on tourism of the european islands) in collaborazione con la Provincia regionale di Catania, l’Ente Parco dell’Etna, l’Associazione di vulcanologia “Lave” e con l’Università degli studi di Catania, in programma da oggi al 13 novembre prossimi alle Ciminiere.
Scopo dell’iniziativa è quello di valorizzare il patrimonio rappresentato dai vulcani, un’eredità tangibile dell’intera umanità e che merita di essere meglio conosciuta e tutelata.
A ospitare l’evento sarà la Sicilia, che vanta il più grande vulcano attivo in Europa, l’Etna, e l’arcipelago delle Eolie, a nord-est dell’Isola, inserito dall’Unesco tra i beni patrimonio dell’umanità.
Il convegno è stato presentato ieri al Centro direzionale Nuovaluce, presenti il vicepresidente della Provincia regionale Sebastiano Catalano, Bruno Di Stefano presidente del Comitato organizzatore dell’evento nonché presidente dell’Unesco di Catania; Renato Cristofolini professore del dipartimento di Geologia e scienze dell’Università di Catania e presidente del Comitato scientifico.
"Il vulcano ha sempre avuto la capacità di attrarre l’immaginario collettivo mondiale per le sue caratteristiche e potenzialità - ha dichiarato il vicepresidente Sebastiano Catalano-. L’Etna rappresenta, per la Sicilia, un’importante risorsa economica, un capitale che, se gestito con accortezza, può contribuire a sostenere lo sviluppo del territorio, per questo va studiato e tutelato. Sempre più, infatti, i vulcani ed i loro paesaggi sono destinazioni molto apprezzate dai turisti e l’Etna con Taormina sono tra i luoghi geografici più conosciuti al mondo".
"Tutelare e sviluppare le potenzialità di questi giganti del fuoco - ha spiegato Renato Cristofolini - significa salvaguardare tutto il patrimonio culturale, sociale del luogo nonché sviluppare l’economia del territorio. I vulcani sono patrimonio dell’umanità che occorre salvaguardare per la prosperità delle stesse comunità locali".
"La conferenza intende promuovere da un punto di vista olistico e multidisciplinare una più approfondita conoscenza delle relazioni fra l’umanità e il mondo dei vulcani – ha affermato Bruno Di Stefano, presidente del Comitato organizzatore - ma soprattutto vuole essere un’occasione per tutti gli esperti di vulcanologia per discutere, studiare e promuovere i paesaggi vulcanici".
La conferenza partirà oggi mercoledì 11 novembre e si concluderà venerdì 13 alle Ciminiere. Molti saranno gli interventi ed i contributi scientifici di esperti vulcanologi e scienziati provenienti da ogni parte del mondo.
Si discuterà di gestione delle aree protette, parchi, riserve biosferiche, dei progressi nell’ambito delle geoscienze e vulcanologia, di biodiversità e fertilità del suolo e di tante altre problematiche inerenti la tutela del patrimonio ambientale.