Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 10 gennaio 2010

R.S.A. U.S.C.L.A.C. - U.N.C.Di.M. "Ci scusiamo con l'utenza ma è inevitabile il ricorso allo sciopero"

Comunicato stampa
R.S.A. U.S.C.L.A.C. - U.N.C.Di.M.
SCIOPERO DEL 14 GENNAIO 2010 SIREMAR
Lo spirito di servizio che ha sempre mosso le prestazioni della categoria a favore delle nostre isole Siciliane, ci induce a scusarci anticipatamente con l´utenza per i disagi che deriveranno dallo sciopero indetto anche dalla ns. organizzazione sindacale U.S.C.L.A.C. - U.N.C.Di.M.
In questi ultimi mesi, pur rimanendo disponibili alla revoca in presenza di un cenno favorevole al confronto da parte della SIREMAR S.p.A., quest´ ultima non ha mostrato alcun interesse risolutivo, rifugiandosi in un silenzio assordante. In questa avviata fase di privatizzazione è ormai evidente che tale atteggiamento sta danneggiando tutti:
altamente lesivo nei confronti dei lavoratori SIREMAR, che continuano ad essere mortificati con il mancato riconoscimento dei loro maturati diritti (come da vigente contratto collettivo nazionale di lavoro), e nei confronti dell´utenza, che si vede costretta a subire gli effetti degli scioperi in aggiunta alle preoccupazioni sui collegamenti che Siremar garantirà nel futuro.
E' inevitabile il ricorso ad ulteriori scioperi, perdurante l'attuale politica Siremar, e per tale motivo avanziamo proposta alle Amministrazioni delle Isole di sostenere la nostra lotta poichè molti loro concittadini sono coinvolti in questo disaggio.
La rappresentanza sindacale aziendale U.S.C.L.A.C. - U.N.C.Di.M.

Milazzo, 10-01-2010

Bartolo Santamaria - Giacomo Nicocia