Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca e offerta lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 12 gennaio 2010

TIRRENIA: BARONE (UIL), POSIZIONE GOVERNO SICILIA DIFFICILMENTE COMPRENSIBILE

"La posizione del governo siciliano su Tirrenia-Siremar, diversa da quella di tutte le altre regioni, e' difficilmente comprensibile e sembra un gioco d'azzardo i cui rischi sono molto superiori ai benefici". Lo ha detto il segretario generale della Uil Sicilia, Claudio Barone, secondo il quale occorre che in Sicilia si investa anche sulle infrastrutture.
"Bisogna fare sistemi ferroviari e di collegamento adeguati -ha aggiunto- prevedere l'Alta velocita', completare i collegamenti stradali con la Salerno Reggio Calabria". Non va meglio per il sindacato neanche sul fronte della rete aeroportuale, che e' "oggi insufficiente", anche se "la vera emergenza e' quella relativa alle strutture portuali che per la maggior parte nella nostra isola, eccetto che per il traffico oil, sono in fase di letargo".