Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

domenica 10 gennaio 2010

Siremar. Lo sciopero di giovedì prossimo. Le spiegazioni della Fit-Cisl

Come da noi anticipato uno sciopero generale dei lavoratori della Siremar proclamato dalla Fit Cisl fermerà giovedì prossimo i collegamenti marittimi (escluso le corse essenziali) della compagnia del gruppo Tirrenia tra la Sicilia e le sue isole minori.
La protesta riguarda diversi temi, dagli avanzamenti di carriera ai precari in attesa di stabilizzazione, alla cancellazione di alcune tratte, alla parità di trattamento dei dipendenti Siremar in seno al gruppo.
«Non si tratta -dice Franco Lo Bocchiaro segretario regionale dei marittimi Fit Cisl- di uno sciopero indetto a cuor leggero. Avremmo voluto evitare di giungere a questa azione di lotta ma la totale evanescenza degli interlocutori aziendali ci costringe ad intraprendere ogni azioni necessaria alla tutela dei diritti dei lavoratori. La Fit Cisl invita tutti i marittimi ad aderire per far fronte contro un atteggiamento che prelude allo sfascio totale».
Il sindacalista ribadisce la disponibilità al dialogo con l'azienda ma sulla mobilità del personale si devono rispettare i diritti dei lavoratori.