Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 9 giugno 2011

Stop alle restrizioni alle guide turistiche. Potranno operare in tutta la Sicilia e non solo nelle province dove sono registrate

Le guide turistiche siciliane potranno operare in tutta l'isola e non solo nelle province in cui sono registrate all'albo professionale. Lo ha stabilito una sentenza del Tar Sicilia pronunciata il 26 maggio scorso. Il tribunale amministrativo ha infatti accolto il ricorso di sette guide turistiche rappresentate dagli avvocati Manlio Maninno e Maria Chiara Di Gangi dello studio legale Giaimo Mannino.
Finora le guide, dovendosi attenere alla legge regionale 8/2004, potevano registrarsi in una delle quattro sezioni previste: Sicilia occidentale (Palermo e Trapani), Sicilia centro meridionale (Caltanissetta, Enna e Agrigento), Sicilia nord orientale (Catania e Messina), Sicilia sud orientale (Siracusa e Ragusa).
C'era poi anche la «sezione ad esaurimento» suddivisa in elenchi provinciali, l'unica ad avere degli iscritti, per coloro che hanno conseguito l'abilitazione in data antecedente al 2004.
A causa di questa legge, la guida turistica siciliana, appartenente a una determinata sezione, scoperta a lavorare in una provincia diversa da quella in cui era iscritta, avrebbe avuto una sanzione di tremila euro. Mentre, per esempio, una guida turistica francese, in virtù dei principi comunitari, può espletare la propria attività in tutte le provincie siciliane.
Il Tar ha riconosciuto proprio questa eccezione della difesa «in considerazione dei principi comunitari applicabili al caso di specie».
Insomma, questa volta la legislazione comunitaria ha dato una mano ai lavoratori siciliani.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.