Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

lunedì 24 dicembre 2012

Buon Natale a tutti (di Michele Giacomantonio)

Domani è Natale. Un Natale in tempo di crisi dove la gran parte delle famiglie ha poco da spendere e non può permettersi nemmeno un cenone in famiglia. Un Natale con meno luci ma non per questo con meno speranza. Il banco alimentare organizzato dalla Caritas è stato un successo e tante famiglie, forse più di cinquanta hanno potuto attingere alle provviste raccolte nei supermercati dalla generosità di chi faceva la sua spesa. Le chiese si sono riempite in questi giorni per la novena e forse non è stata la solita novena. La parrocchia di S.Pietro ha dato il via con una riflessione sull’incarnazione di Gesù nella chiesetta del Pozzo e poi tutte le sere nella chiesa più grande c’è stato il coro dei giovani che ha cantato “Tu scendi dalle stelle” ed altri canti natalizi, c’è stata l’omelia di mons. Gaetano Sardella che, con parole semplici, sa trasferire il messaggio del Vangelo nella vita di tutti i giorni o forse sarebbe più giusto dire che se scorgere nella vita di tutti i giorni i segni i segni del Vangelo. C’è stato, novità di quest’anno, il cantautore Giovanni Ullu che alla fine della Messa, con la sua chitarra ci ha mostrato come la poesia della fede si fa canzone: fate questo in memoria di me, misericordia voglio non sacrifici, i grani del rosario…  E poi soprattutto la gente, tanta gente con la chiesa sempre piena, anziani e giovani, donne, uomini e bambini che seguivano la liturgia attenti e compresi, in alcuni momenti forse anche un po’ commossi.
Se così è andato anche nelle altre chiese delle isole allora c’è forse da ben sperare per il nostro e loro futuro. Forse finalmente la gente ha capito che il Natale può essere la favola bella da raccontare ai piccoli del bambino che nasce nella mangiatoia fra il bue l’asinello mentre nel cielo brilla una stella cometa che indica la strada a Gaspare, Melchiorre e Baldassare e tutto intorno il campo pullula di pastori e di pecore con gli angeli che cantano “Gloria in excelsis Dei”. Ma ha capito soprattutto che  Natale è il grande momento liturgico in cui il cristiano è chiamato a contemplare l’incarnazione del Verbo in Gesù per elevare l’uomo ad essere “simile a Dio”, ed a considerare il grande amore di Dio che accetta di svuotare se stesso per realizzare questo progetto. Il progetto di cui il bambino nella mangiatoia, posto al centro del Presepe, è  simbolo. Buon Natale a tutti.
 Michele Giacomantonio

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.