Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 5 dicembre 2012

Il mio momentaneo silenzio (di Angelo Sidoti)

Il mio momentaneo silenzio non è sinonimo di stanchezza ma soltanto un periodo di riflessione.
Si chiude quindi una prima fase nella quale l'elemento trainante è stato l'entusiasmo di creare una discussione o innescare un dialogo.
Oggi inizia una fase di riflessione o meglio una fase di attesa sperando che “eventi meritevoli di essere commentati” si presentino nello scenario politico Eoliano.
Rileggendo i miei commenti sul blog “la politica siamo noi alle Eolie, mi sono accorto che negli ultimi tempi i temi trattati erano sempre gli stessi, e che ciò potesse determinare un senso di assuefazione del lettore.
Questa è una amministrazione seduta su stessa, ingessata, inattiva sui grandi progetti e senza alcuna visione sui progetti di lungo periodo che dovrebbero favorire lo sviluppo del territorio.
Pertanto ci troviamo di fronte un problema più grosso di quello che pensavamo. L'inattività e l'immobilismo a questo punto potrebbe essere sinonimo di "incapacità".
Però si tratta di incapacità nel gestire una fase altamente delicata come la nostra o in generale mancanza di conoscenze ovvero “impreparazione”?
Sulla prima tipologia di problema possiamo ancora aggiustare il tiro. In che modo?  Resettando quello che si è fatto fino ad ora (ovvero il NULLA quindi viene molto facile porre rimedio a questo problema). Con quali mezzi? Creando un dialogo con la gente comune e uscendo fuori dal Palazzo e magari abbandonando quella piccola cerchia di fidi scudieri e consiglieri personali. Forse tra la gente comune (magari non appartenenti alla categoria dei politici) ci sono elementi che hanno un visione più concreta e sana della parola “programmazione del territorio ed i metodi necessari per creare sviluppo”.
Per la seconda tipologia di problema in linea generale non c'è soluzione e spero vivamente che non ci troviamo “mai“ a capo del nostro Comune una amministrazione di questo tipo.
Angelo Sidoti

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.