Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 27 febbraio 2009

Lipari: Assolto ufficiale giudiziario accusato di peculato

Il Tribunale di Barcellona ha assolto dall'accusa di peculato aggravato un assistente ufficiale giudiziario in servizio all'Unep (Ufficio notifiche) della sezione distaccata del Tribunale di Lipari, perché il fatto non sussiste. La persona assolta, con la formula più ampia, è B.F.erlazzo, difeso dall'avv. Saro Venuto, in servizio all'Unep con l'incarico di riscuotere i diritti di notifica degli atti giudiziari. Secondo l'iniziale accusa, per la quale tra l'altro il pm Martorelli aveva invece chiesto la condanna a 2 anni e mezzo, l'uomo doveva rispondere del presunto ammanco di 62 euro e 52 centesimi, somma questa che non sarebbe stata materialmente trovata dopo la verifica mensile fatta dagli stessi ufficiali giudiziari della "documentazione cartacea" in possesso dell' Unep di Lipari. In realtà, come sostenuto dall'avv. Saro Venuto, la modesta somma non è mai scomparsa. In effetti, la modesta cifra era stata indicata tra gli incassi per la notifica di un atto che, dopo pochi istanti, era stato ritirato dallo stesso legale che aveva richiesto il servizio e, secondo la difesa, la cifra di poco più di 62 euro non è stata poi annullata dagli incassi