Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

sabato 22 ottobre 2011

L'indignazione (di Giovanni Giardina)

Riceviamo e pubblichiamo:
Lo  faccio  con  ritardo  perche’  in questi giorni le testate giornalistiche sono  state  invase  da  fatti  certamente  meritevoli di  priorità ma,  non è  di  meno  rilievo  lo sconcerto  che ho  provato  giorni  fa nel  sentire  un’ intervista  fatta  al  vice  Sindaco  e  assessore  Giulio  China e che non poteva passare inosservata . (RIGUARDAVA   i danni  provocati  dal  cattivo  tempo a  Lipari ).
Diverse  le  immagini  e le  localita’  colpite,  ma  quando  si  parlo’  della  via  Roma  e  di  Marina  corta, gli venne rivolta  questa domanda: "E  quello  che  e’  successo  in  via  Roma ?".  Il  nostro  vice Sindaco  rispose: "Qui succede sempre ! questo perche’ la’… sotto il  ponte, c’e’ una vasca che almeno una volta al  mese si dovrebbe  pulire”."
Mi  sarei aspettato un' altra  domanda che  pero’ non venne fatta.  E  chi  deve  pulirla? 
 Il vice Sindaco  e assessore  al  ramo si era dimenticato  in quel momento del  ruolo che copre , rispondendo da semplice cittadino. Caso  di  demenza  senile ? Mi  sono  sdegnato,  prima  per  l’immagine  che  rappresenta  al  Comune  di  Lipari, poi per il Sindaco e la sua  giunta ,che per difetti della politica, deve  sopportare ; infine per il  partito, che China rappresenta in giunta e che  lo stesso  ha scelto  per  amministrarci compiaciuto ed appagato. Ora da  liparoto v’invito a fare  memoria, per avere conferma.  .
Non e’vero che ogni anno assistiamo sempre alle stesse  cose , vediamo le stesse  immagini ? Avete  visto  marina  corta  i  materiali  che  sono scesi? Certo non era solo acqua e fango, ma  materiali e rifiuti di tutti  i  generi, che ormai da anni proliferano  e messi a  dimora indisturbatamente sotto quel ponte coperto. Un serio e attento assessore, prima che iniziano le prime piogge , non  dovrebbe per  logica far fare una preventiva  e seria ricognizione seguita  da eventuali  interventi di  bonifica? Di chi e’ il compito di sorvegliare il nostro territorio? Di chi e’ il compito fare opera di prevenzione? Pulire le vasche, i pozzetti, i torrenti  le strade,  la vasca  di Calandra, ecc..? Pensate che senza  la  prevenzione sia  piu’ economico?  Per  i post  interventi, e danni subiti a  persone o cose, successivamente si spende molto di piu’.  Credetemi  mi sento indignato ! Non volevo farlo e capisco  anche che sto  diventando   troppo invadente,  approfittando del vostro spazio, ma  come si fa a far  passare  inosservate  certe  cose?  Di anno in anno ormai   rassegnati  assistiamo le stesse scene! (tutte degne  di  essere  mandate a  paperissima).
Infine mi tornano  in  mente coloro  che  proposero di  sottoporre  tutti i parlamentari al test della droga ; suggerirei di estenderla a tutti i pubblici  amministratori, e se siete d’accordo con me;  con  l’obbligo del collaudo……. (ogni due anni)  come  si  fa  per  i  veicoli. Chissa’...quanta  gente  uscirebbe  fuori  da  rottamare! E  invece  li  dobbiamo  sopportare e  per  giunta  pagare  profumatamente. Appuntamento  ai  prossimi  temporali.
Giovanni Giardina

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.