Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 28 marzo 2012

Nuove regole per le udienze penali, collegiali e monocratiche anche a Lipari

(Gazzetta del sud) Un nuovo protocollo d'intesa sottoscritto da Magistratura e Avvocatura che entrerà in vigore da lunedì prossimo, permetterà di regolare meglio la gestione delle udienze penali, collegiali e monocratiche del Tribunale di Barcellona e delle due sezioni distaccate di Milazzo e Lipari. Il documento che sarà operativo dal 2 aprile, sottoscritto dal presidente del Tribunale Michele Galluccio e dal presidente della sezione penale Maria Celi, dal Procuratore della Repubblica Salvatore De Luca, dal presidente dell'Ordine degli avvocati Francesco Russo e dall'avv. Giuseppe Lo Presti, presidente della Camera penale, ha lo scopo di "regolamentare nel modo più proficuo la celebrazione delle udienze penali, in un'ottica di reciproca collaborazione, per raggiungere obiettivi di efficacia ed efficienza nel settore e per ottimizzare i risultati".
L'udienza penale, monocratica e collegiale, inizierà sempre alle 9 e dovrà essere organizzata dal giudice in modo che di regola non si protragga oltre le 17,30, con una sospensione tra le 13,30 e le 14,00, "facendo salve le esigenze dei processi con imputati detenuti o per reati prossimi alla prescrizione e della camera di consiglio". Altra novità riguarda la divisione in fasce orarie. I giudizi dibattimentali ordinari, sia a citazione diretta che provenienti da udienza preliminare, vengono fissati in tre fasce orarie: ore 9, 11 e 14. Il rinvio di un giudizio "ad una certa data, ore di rito ", senza indicazione di fascia oraria, "si intende fatto per le ore 9 ad horas". Per i processi, con eccezione per i giudizi con imputato detenuto e comunque sottoposto a misura cautelare personale, l'udienza di prima comparizione è dedicata alla sola verifica della regolare costituzione delle parti, alla discussione delle questioni preliminari, alle formalità di apertura del dibattimento, all'ammissione delle prove, alla definizione dei giudizi ex art. 444 c.p.p. , alla richiesta di rito abbreviato e a tutte le altre questioni e quindi i testimoni non dovranno comparire inutilmente come avvenuto fino adesso.
Per i processi complessi verrà "di regola stabilito il calendario".
Altre novità riguardano il ruolo e l'elenco dei processi indicati per numero d'ordine all'interno che "vengono messe a disposizione delle parti, sui banchi. Il Giudice fa affiggere il ruolo sulla porta dell'aula di udienza entro le ore 13 del giorno precedente e, al più tardi, entro le ore 8,30 di quello fissato per l'udienza". Per i processi a Lipari "il Giudice dovrà tenere conto anche delle esigenze dei difensori, testimoni e tutti i soggetti interessati provenienti da altre sedi, così come nella sede centrale e presso la sezione distaccata di Milazzo, nel fissare l'orario dei processi coi difensori, testimoni ed imputati provenienti dalle isole, si terrà conto delle difficoltà correlate al rientro in sede". Gli avvocati avranno l'obbligo di indossare la toga. (l.o.)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.