Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

martedì 29 gennaio 2013

Sottomonastero. Con i cassoni della messa in sicurezza si prolungherà il molo ?

Peppe Paino - Gazzetta del SudLipari- Messa in sicurezza del di Sottomonastero: si cambia nuovamente. Ma utilizzando sempre quello c’è; cioè i cinque cassoni fatti realizzare per la costruzione di un molo al centro del porto. Questa volta si lavora ad un progetto che sembra mettere d’accordo tutti: dal Genio civile di Palermo alla Soprintendenza del Mare che, tra l’altro, ha già dato il suo via libera di massima. Si tratta della collocazione proprio di quei cinque cassoni rimasti ( due si trovano a Lipari alle spalle del nuovo molo di Marina Corta e tre ancora nei cantieri di realizzazione in Sardegna) di seguito al pontile degli aliscafi. La struttura diventerebbe, lunga complessivamente 200 metri e vi potrebbero trovare riparo gli aliscafi ma , soprattutto, potrebbero attraccare le navi da crociera consentendo al capoluogo eoliano di porre le basi per recuperare una risorsa, ad oggi letteralmente sprecata. La Giunta comunale, dopo l’incontro tecnico svoltosi la scorsa settimana, nei prossimi giorni si riunirà ai fini della definizione della variante e per cercare di velocizzare i tempi burocratici . Va ricordato che quei tre cassoni rimasti parcheggiati nei cantieri di realizzazione in Sardegna possono davvero costare cari al Comune. L’Amministrazione si sta adoperando in questo senso anche con la ditta Scuttari, che ha realizzato gran parte delle opere di messa in sicurezza dei porti eoliani, per trovare un bonario componimento sulle controversie in corso legate al pagamento dello stazionamento in cantiere di quei pezzi di molo. I cinque cassoni com’è noto erano stati previsti per realizzare un molo con radice nell’attuale punto di attracco della nave dei rifiuti. Il progetto del Genio civile, subito scartato dagli esperti locali, per i danni che avrebbe potuto arrecare al porto stesso e alla zona sottostante di via ten. Mariano Amendola, ha fatto perdere anni in chiacchiere oltre che creare danni all’impresa. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.