Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

giovedì 14 luglio 2016

Lettere al direttore. L'importanza dell'ospedale di Lipari

Caro Direttore,
Quanto sento la frase: “A chi glielo tengono aperto l’ospedale di Lipari? Tanto non serve a nulla. Meglio chiuderlo.” Mi sento venire meno, credetemi!!!
Il caldo di questi giorni lo stiamo avvertendo tutti, sicuramente, io in particolare questo pomeriggio, alla fine della mia mattinata di lavoro, quando mi accingevo a chiudere l’ufficio per andare a casa a pranzare.
Così, non è stato, perchè il contrasto tra aria condizionata dell’ufficio e i 50 gradi esterni mi hanno causato un piccolo malore. Mi sono spaventata e sono corsa al pronto soccorso per farmi visitare. Ad attendermi persone gentili, attente, preparate, che non hanno lasciato nulla al caso. Tranquillizzandomi sul fatto che non avevo nulla di grave. Tutti si sono messi a mia disposizione come avrebbero fatto con chiunque altro, sia che si trattasse di una cosa seria, sia che si trattasse di una cosa meno preoccupante. Ringrazio quindi l’ospedale nella persona di Antonio Casilli, perchè era l’unica persona che conoscevo, ma sono stati veramente tutti bravi e professionali. 
A coloro che criticano l’ospedale invece dico di pensarci bene prima di dire certe cose. Cerchiamo invece di essere propositivi, parliamo di ampliamento, rinnovo, acquisti... Non stiamo sempre li a criticare.
Lettera firmata

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.