Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 10 ottobre 2012

Bilancio. Il ragioniere capo scrive alla giunta Giorgianni e al presidente del consiglio comunale

In virtu' di quanto previsto si comunica lo stato di squilibrio finanziario connesso alle comunicazioni rese dall'assessore al bilancio della Regione nel corso della conferenza Regioni-Autonomie locali tenutasi la scorsa settimana e alle definitive comunicazioni del competente ministero relatve ad ammontare dei trasferimenti statali e accertamento convenzionale Imu.
La presente fa seguito alla relazione tecnico-finanziaria del 31-5-2012, resa da questo settore che qui si intende integralmente richiamata. Il taglio delle risorse correnti che annualmente vengono trasferite al nostro Comune dalla Regione Sicilia è quantificato in misura pari al 48% e sarà quindi pari per l'anno 2012 a circa un milione e 200 mila euro. Il taglio delle risorse statali rispetto all'anno precedente al netto dell'"accertamento convenzionale" Imu imposto dalla legge è pari a circa 750 mila euro. E' stata già richiesta dai settori e servizi comunali copertura finanziaria per fronteggiare partite debitorie, da riconoscere quali debiti fuori bilancio, per circa 400 mila euro.
Risultano agli atti del settore finanziario una innumerevole serie di richieste delle varie aree comunali per copertura finanziaria di nuove spese, molte delle quali appaiono fondamentali e/o obbligatorie per garantire servizi essenziali, per centinaia e centinaia di migliaia di euro. L'obiettivo imposto dai vincoli del patto di stabilità interno, che si deve aggiungere a quanto è necessario per la quadratura del bilancio, è pari a circa 2 milioni di euro. Le evidenziazioni sopra riportate pregiudicano gli equilibri del bilancio pluriennale approvato dall'ente perchè allo stato attuale non sono "compensabili da maggiori entrate o minori spese", e non consentono in virtu' dei titoli giuridici e degli atti amministrativi in nostro possesso, di garantire la quadratura del bilancio 2012/2014 che deve essere approvato entro il 31.10.2012
Considerato che il bilancio dell'ente è caratterizzato esclusivamente da servizi essenziali e/o indispensabili, la cui la cui quantiifcazione che è discrezionale spetta all'organo politico restiamo in attesa dei necessari indirizzi e/o decisioni delle SS.LL. su eventuali tagli di spese e/o incrementi di entrate, al fine di predisporre i relativi atti amministrativi di nostra competenza e/o trasferire nello strumento finanziario atti amministrativi che saranno prediposti da altri settori e approvati dai competenti organi del Comune.
Si rammenta che in atto i settori e servizi comunali sono legittimati ad operare in dodicesimi, in regime di esercizio provvisorio e che pertanto qualora l'amministrazione volesse attuare tagli di spesa, dovrà formalmente bloccare anche l'attività che le strutture comunali stanno attuando nel rispetto delle norme in vigore. Si rammenta altresi' che la possibilità dell'ente di incrementare tributi locali scade, contestualmente al termine di approvazione del bilancio di previsione il 31-10.2012 e che dopo tale termine neppure un eventuale commissario regionale avrebbe la possibilità di far quadrare il bilancio e/o rispettare i vincoli imposti dal patto di stabilità interno.
Dott. Francesco Subba

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.