Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

mercoledì 25 settembre 2013

Partecipate, liquidatori e consiglio comunale (di Angelo Sidoti)

Caro direttore,
dalla lettura di quanto riportato nel tuo notiziario in merito all'ultimo consiglio comunale comprendo che forse qualcuno non ha le idee chiare in merito alle partecipate ed il ruolo dei liquidatori.
I liquidatori debbono adempiere i loro doveri con la professionalità e diligenza richieste dalla natura dell'incarico e la loro responsabilità per i danni derivanti dall'inosservanza di tali doveri è disciplinata secondo le norme in tema di responsabilità degli amministratori. 
Un liquidatore sarà pertanto incaricato di indagare sugli affari finanziari della società, stabilire le cause della liquidazione, indagare su eventuali illeciti, e identificare e vendere beni e cespiti a beneficio dei creditori.
Tutto questo e' stato fatto?
Diversamente da quanto affermato in sede consiliare la liquidazione della società non corrisponde alla sua chiusura. La liquidazione si intende compiuta solo quando  i liquidatori redigono il bilancio finale indicando la parte spettante a ciascun socio o azione nella divisione dell'attivo e depositando lo stesso presso l'ufficio del registro delle imprese.
ATTENZIONE PARLIAMO DI RESIDUI ATTIVI. Non e' il caso di buona parte delle partecipate del Comune di Lipari, in quanto la parte debitoria, in alcuni casi anche di natura fiscale e previdenziale, E' DI GRAN LUNGA SUPERIORE ALL'ATTIVO PATRIMONIALE.
Quindi la domanda a cui non abbiamo avuto risposta: CHI PAGA QUESTI DEBITI?
Pertanto, gli effetti di una dimostrata/accertata cattiva gestione delle partecipate che determini  un "danno" per l'Ente (identificato con un pagamento di somme in denaro) e di conseguenza minori risorse disponibili nelle casse comunali, dovrà ricadere obbligatoriamente sui soggetti che l'hanno causata (organi societari, organi dell'Ente che non hanno esercitato le dovute azioni di controllo etc etc).
Definire le partecipate un patrimonio da non perdere mi sembra che sia nettamente in contrasto con la realtà patrimoniale delle stesse.
L'idea di semplificare il tutto con operazioni societarie straordinarie (fusioni?problemi di concambio di quote o azioni tra compagini societarie diverse?elevate posizioni debitorie?) sicuramente potrebbe determinare minori costi di gestione ma "non l'estinzione dei debiti e delle obbligazioni assunte con i creditori".
Alla fine la maggioranza ieri si e' assunta "la responsabilità" di approvare il rendiconto del 2012 che sicuramente costituiva un atto dovuto, almeno per loro. Certo l'assenza dell'opposizione in consiglio comunale fa molto riflettere.
Ora attendiamo l'approvazione dl preventivo 2013 (per modo di dire preventivo), che in considerazione di quanto dichiarato dal Ragioniere Generale (80 giorni per approvare piano triennale opere pubbliche), verra' approvato a dicembre (quindi verra' nominato un commissario visto che saremo fuori termine?).
Per concludere una personale analisi di quanto da Lei riportato nel suo giornale. Ritengo, interessante il contenuto dell'odg del Consigliere Biviano (contiene peraltro tante osservazioni fatte dal sottoscritto in questi mesi) anche se forse contiene attività  molto impegnative per questo tipo di amministrazione.
Staremo a vedere ed a presto a Lipari. Buon lavoro.
Angelo Sidoti

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.