Notizie dalle Eolie a cura della redazione giornalistica
Direttore responsabile di redazione: Salvatore Sarpi
Direttore Nautilus web magazine: Matteo Salin
Collaborano con noi: Massimo Bonfante, Silvia Sarpi, Gaetano Di Giovanni, Giuseppe La Cava, Bartolo Ruggiero, Francesca Falconieri, Alessandra Li Donni, Bartolo Giunta. Per scrivere alla nostra redazione ssarpi59.ss@gmail.com
Tel. 339.5798235

Le notizie, dopo il passaggio nella prima pagina, restano nell'archivio (colonna a destra di questa pagina, in basso). In alto (lato sx di questa pagina) vi è anche la finestrella per cercare articoli precedentemente pubblicati. Inserite una parola chiave dell'argomento che vi interessa ed avviate la ricerca

Per PUBBLICITA', auguri relativi a qualsiasi ricorrenza (nascita, battesimo, comunione, cresima, matrimonio, anniversario, laurea ecc.) annunci di qualsiasi genere, necrologie, cordoglio, ricerca e offerta lavoro ecc da pubblicare su www.eolienews.it e sulla nostra pagina di fb. chiamate il 339.57.98.235
Precisiamo al fine di non volere sembrare scortesi in caso di mancata pubblicazione che tutti i servizi, ad eccezione di ricerca lavoro, ritrovamento o smarrimento di qualsiasi cosa, sono a pagamento.
Questo poichè il nostro giornale non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene solo con il provento delle pubblicità che gli amici inserzionisti ci concedono.

venerdì 27 marzo 2009

Contatori elettronici. I consiglieri Megna e Fonti fanno proprie le sollecitazione del dott. Rijtano e di Eolie news

AL SINDACO COMUNE DI LIPARI Dott. Mariano Bruno, ALL'ASSESSORE Servizi Elettrici
Sig. Giulio China, ALLA S.E.L. Società Elettrica Liparese, AL Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti c/o Ministero dello Sviluppo Economico e p.c. Autorità per l’Energia Elettrica è indirizzata una nota dei consiglieri comunali Francesco Megna e Gesuele Fonti avente per oggetto: CONTATORI ELETTRONICI UTENZE S.E.L. (Società Elettrica Liparese)

Da alcune settimane la Società Elettrica Liparese, gestore monopolista dell’energia elettrica nell’isola di Lipari (Isole Eolie – Provincia di Messina), sta provvedendo a sostituire gli obsoleti contatori a disco, elettromeccanici ad induzione, con i nuovi contatori elettronici, così come previsto dalla normativa vigente.
Molteplici i vantaggi prospettati per l’utenza: il nuovo contatore promette infatti di migliorare in termini di trasparenza ed efficienza il rapporto con la clientela, con particolare riferimento alla possibilità di misurazione e verifica costante dei consumi, rende inoltre possibile l’adozione di tariffe multi-orarie, che consentiranno maggiori risparmi per i clienti. La telelettura non permetterà l’addebito di consumi presunti, ma soltanto dell’energia effettivamente erogata nel bimestre, pertanto non si dovranno più pagare anticipi e/o conguagli.
Apparecchi certamente innovativi i nuovi contatori, tuttavia non privi di difetti tant’è che numerosissime sono state le proteste per i disagi subiti dall’utenza, a fronte di costi che si sono addirittura incrementati. Inaccettabile per la gran parte dei clienti, il peggioramento qualitativo del servizio ricevuto, in quanto con i nuovi misuratori non è stato più possibile utilizzare contemporaneamente gli stessi carichi, come accadeva con il vecchio contatore analogico, e conseguentemente si sono sensibilmente incrementati i costi in bolletta, nonostante si fossero mantenuti apparentemente inalterati i carichi giornalieri.
Numerosissime sono state le segnalazioni di “distacco” del contatore per sovraccarico. I nuovi contatori, infatti, risultano talmente precisi da interrompere l’energia non appena superata la potenza per i quali sono stati tarati (3,3 Kw, per i contatori di 3 Kw) anche per picchi di qualche secondo.
L’utente pertanto si trova costretto a richiedere al gestore un incremento della potenza contrattuale con costi ulteriori in bolletta, ad esempio per le utenze domestiche (da 3 Kw a 4,5 Kw), di circa Euro 10 mensili ed Euro 200 una tantum.
La soluzione esiste ed è quella di ampliare la taratura dei nuovi contatori aumentando la soglia di tolleranza, così come avvenuto per 30 milioni di utenze su tutto il territorio nazionale a seguito di un accordo siglato dalle principali Associazioni dei Consumatori con l’ENEL, principale gestore italiano, con il beneplacito dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, in forza del quale, ormai da alcuni anni, è stata prolungato da 1 a 3 ore giornaliere il tempo di “tolleranza” durante il quale il cliente con contatore da 3 Kw, può disporre di una potenza fino a 4 Kw.
Parte integrante dell’intesa è stata inoltre l’introduzione di una tariffa bi-oraria, anche per i contatori da 3 Kw, cosicché, differenziando il costo del chilowattora (riducendolo nelle fasce notturne, dalle 21 di sera alle 7 del mattino, nei week-end, giorni festivi e nel mese di agosto), si realizzasse un maggiore risparmio per l’utenza.
Un altro problema lamentato dai cittadini riguarda l’aumento del costo della bolletta, susseguente all’installazione dei nuovi misuratori.
Premesso che i Consiglieri scriventi non hanno competenze tecniche nella materia oggetto della presente nota, tuttavia, da una breve ricerca su internet, appare evidente che il fenomeno dell’aumento delle bollette non sia una peculiarità tutta Eoliana, anzi, già dal 2003 sono stati ripetutamente segnalati incrementi medi del 33% nelle bollette a seguito dell’installazione dei nuovi contatori Enel, che, a quanto è dato sapere, hanno caratteristiche analoghe (se non del tutto identiche) ai contatori montati dal gestore SEL.
Se da un lato la maggiore precisione dei nuovi misuratori, può occasionalmente condurre a moderati aumenti e la mancata lettura dei contatori per alcuni bimestri, cumulandosi i consumi, può dar luogo ad una bolletta particolarmente “salata”, ciò non giustifica tuttavia i sostanziali incrementi segnalati dalla gran parte delle utenze liparesi, senza che fossero state modificate le abitudini di vita, né (almeno apparentemente) i relativi consumi.
A quanto pare infatti i nuovi contatori elettronici, a differenza dei precedenti, misurano oltre alla “potenza attiva” anche quella “reattiva”, che non è certamente un consumo dell’utente.
Infatti, mentre la potenza attiva è la potenza effettivamente consumata, quella che effettivamente “svolge il lavoro” ed eroga il servizio all’utente, la potenza reattiva non svolge attività diretta, anche se comporta produzione di energia “alla fonte” (cioè da parte del produttore, la SEL, nello specifico).
A conferma di quanto affermato, giunge la risposta ad una interpellanza Parlamentare del 22/04/2004, del Sottosegretario di Stato alle Attività Produttive On. Mario Valducci, che testualmente afferma: “Il contatore elettronico permette, infatti, anche la misurazione dell'energia «reattiva»“.
Pertanto, con il Contatore Elettronico, l’utente paga non solo quello che effettivamente consuma, che dipende dal numero e dal tipo degli apparecchi che usa, ma TUTTA la potenza che il gestore produce per quella utenza!
Gli utenti che utilizzano elettrodomestici e punti luce a basso consumo, verranno addirittura svantaggiati, secondo quanto ipotizzato dall’ex ministro dell’ambiente On. Pecoraro Scanio.
In altre parole, con i nuovi contatori i gestori scaricano sugli utenti la PRODUZIONE di energia elettrica, anche quella che effettivamente non viene consumata.
Per quanto attiene alla trasparenza delle letture, è evidente che il procedimento diventi adesso quanto mai disagevole, se non proibitivo per utenti anziani e fasce deboli, in quanto attraverso la “tele-lettura” gli importi verranno calcolati dal gestore a distanza, in modalità “remota”.
In considerazione di quanto testé enunciato, i sottoscritti Consiglieri Comunali
Francesco MEGNA e Gesuele FONTI
= C H I E D O N O =
All’ Amministrazione Comunale ed al Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, che rappresenta tutte le associazioni di categoria
di farsi parti attive per rimuovere i grandi disagi che l’installazione dei nuovi contatori elettronici sta recando all’utenza, soprattutto in termini di aumento delle bollette e del fastidioso e continuativo “distacco” dell’energia elettrica per sovraccarico, promuovendo azioni, di concerto con il gestore dei servizi elettrici (la SEL), miranti al recepimento integrale dell’accordo Enel/Consumatori, e cioè all’innalzamento della soglia di tolleranza dei contatori, durante il quale l’utente potrà usufruire di una potenza superiore, senza dover necessariamente implementare la potenza contrattuale e all’introduzione di tariffe biorarie o multi-orarie tali da razionalizzare il sistema aumentandone l’efficienza e garantendo al contempo maggiore risparmio all’utenza;
Alla Società Elettrica Liparese
se corrisponde al vero che i nuovi contatori elettronici, a differenza dei precedenti, misurano oltre alla potenza attiva anche quella reattiva ed inoltre, se esiste un marchio di controllo/taratura dei nuovi misuratori e qual’è, eventualmente, la percentuale stimata di errore (in difetto e/o in eccesso) dei nuovi contatori.
Riconoscenti e sinceramente grati alla Società Elettrica Liparese, per la qualità del servizio reso, per l’alta serietà e la grande professionalità messe in campo ormai da decenni a servizio della comunità Liparese, i consiglieri scriventi auspicano che si possa, in tempo consono, giungere ad un intesa istituzionale che salvaguardi le legittime finalità dell’azienda, ma contestualmente tuteli il cittadino, nella sua qualità di utente / fruitore di pubblici servizi.
Con osservanza.
Lipari lì 26-03-2009
________________ ________________
Francesco MEGNA Gesuele FONTI